Coronavirus, solidarietà al popolo italiano dall’autore non vedente materano Vito Coviello

L’emergenza Coronavirus nelle regioni italiane e le prospettive future in chiaro scuro per il popolo italiano rappresentano un importante e delicato argomento di riflessione per l’autore non vedente materano Vito Coviello. Insieme ai numerosi messaggi di apprezzamento e di stima ricevuti via mail per le sue produzioni letterarie e poetiche, Coviello ha deciso di inviare un messaggio di solidarietà e vicinanza a numerosi sindaci delle città italiane, in particolare ai sindaci di Roma, Alessandria, Vo’, Treviso, Verona, Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Pavia, Savona, Piacenza, Modena, Parma Vicenza, Gaeta, Barletta, Taranto, Palermo e Potenza.

Tra i  messaggi ricevuti, riportiamo in maniera simbolica quello del  capo di gabinetto della sindaca del Comune di Roma, Virginia Raggi, impegnato nell’ufficio dei rapporti con i cittadini: “La ringraziamo moltissimo per il gradito dono, molto apprezzato, soprattutto in questo delicato momento nel quale la solidarietà delle persone è molto importante per tutti. Grazie ancora e un saluto cordiale”.

L’autore materano Vito Coviello ringrazia in particolare il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, il quale dopo aver ricevuto il libro “Da quel balcone dei miei ricordi, Matera”, inviatogli dallo stesso autore lo scorso 13 febbraio, gli ha fatto pervenire una lettera scritta di suo pugno di ringraziamenti e saluti anche alla “bella Matera” come lui ha definito la nostra amata città.

Per l’autore la lettera del nostro presidente Mattarella vale più di mille premi mai ricevuti.

L’autore ricorda che è possibile scaricare gratuitamente tutti i suoi libri dal sito dell’associazione aciil onlus dal link www.aciil-basilicata.webnode.it oppure si possono consultare nella biblioteca Tommaso Stigliani di Matera.

L’autore invcia  a tutti i lettori un caloroso  abbraccio con la ferma convinzione che tutti insieme, dal sud al nord, ce la faremo a superare il buio della nottata del coronavirus.

Vito Coviello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *