Costituito il comitato del distretto biologico Alta Murgia

Sono già circa cinquanta, tra istituzioni, associazioni, operatori e imprese, i protagonisti che hanno aderito al comitato promotore del distretto biologico dell’Alta Murgia. Il documento di costituzione è stato firmato venerdì scorso, nella sede del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, durante un incontro molto partecipato e ricco del fermento e della voglia di emergere degli attori del territorio.
“Il Parco punta a essere un punto di forza per i protagonisti del territorio e un partner che accompagni i processi, accanto anche ai distretti che si stanno già costituendo sul territorio”, ha detto il presidente vicario Cesareo Troia.
Per il direttore del PNAM, Domenico Nicoletti, “l’Ente Parco ritiene un dovere istituzionale stimolare la nascita del Biodistretto, attraverso l’aggregazione delle diverse realtà, mettendo al centro della propria azione coloro che il territorio lo vivono e sul territorio operano”.
Il documento è parte integrante del Patto Ambientale Ecosistema Alta Murgia che la Comunità del Parco (composta dai sindaci dei 13 Comuni) ha approvato nel maggio 2018 e sottoscritto a novembre, durante il Festival della Ruralità.
All’incontro hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni della Comunità del Parco, quelli dei Comuni di Irsina, Laterza e Ginosa (che, pur non essendo parte del PNAM, stanno sviluppando progetti e collaborazioni con l’Ente), l’on. Nunzio Angiola, i rappresentanti dell’Università degli Studi di Bari (già in sinergia con l’Ente Parco in diverse azioni e pronta ad entrare a far parte del Distretto Biologico dell’Alta Murgia), i Gal, tante associazioni, operatori e imprese che hanno aderito al Comitato Promotore del Biodistretto e si preparano a lavorare in sinergia per un obiettivo comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *