Covid-19, Lopalco: “Pochi recettori nasali nei bimbi”

“I bambini esprimono poco il recettore ACE2, quello che il SARS-CoV-2 usa per infettare le cellule, nell’epitelio nasale. Il fatto di avere pochi recettori per il virus in quella che è la porta di ingresso delle infezioni respiratorie, giustifica da solo la minore suscettibilità dei bambini all’infezione”. Lo scrive su Facebook il professore Pierluigi Lopalco, epidemiologo a capo della task force pugliese per l’emergenza Coronavirus, riportando una comunicazione Jama che potrebbe rivelare un’inferiore contagiosità dei bambini.
“Una buona notizia. – sottolinea l’epidemiologo – Ma attendiamo ulteriori conferme”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *