COVID-19, prorogati i termini per la realizzazione delle attività dei distretti urbani del commercio (DUC)

L’assessore allo Sviluppo economico Cosimo Borraccino dichiara:
“Sempre nell’ottica di arginare le ricadute negative sulle attività economiche pugliesi causate dal diffondersi dell’epidemia da COVID-19, è stata approvata ieri, mercoledì 18 marzo, una determinazione dirigenziale a firma della Dirigente della Sezione Attività Economiche Artigianali e Commerciali, dott.ssa Francesca Zampano, con la quale sono stati prorogati di tre mesi i termini per la realizzazione delle attività previste dai Distretti Urbani per il Commercio e dalle relative amministrazioni comunali.
I DUC, ricordo, nascono dalla constatazione preliminare che il commercio
rappresenta non solo un settore economico rilevante, ma anche un elemento di integrazione e coesione sociale, di sviluppo e salvaguardia del territorio e di contrasto alla marginalizzazione.
Il Governo regionale e, in particolare, l’Assessorato allo Sviluppo Economico che ho l’onore di guidare, crede molto in questo strumento e, per questo, ha investito ingenti risorse, sia in termini finanziari che di fiducia, implementando una politica organica di sostegno al commercio e alle imprese che rappresenta una scelta strategica innovativa.
Riteniamo, infatti, che il commercio possa rappresentare un fattore di integrazione e di valorizzazione delle risorse di cui dispone il territorio, in modo da affermare un modello di sviluppo armonico e sostenibile per le città nel quale le persone, le imprese e le amministrazioni pubbliche, si aggregano e collaborano per il perseguimento di obiettivi condivisi.
Per favorire questa strategia sono stati emanati, nel 2017 e nel 2018, due distinti bandi. A tutt’oggi ben 62 Distretti Urbani, in forma singola o associata, hanno presentato istanza di partecipazione al primo bando, coinvolgendo complessivamente 97 comuni pugliesi con un finanziamento complessivo di circa 4 milioni di euro, mentre sul secondo bando, dedicato ai Comuni che abbiano già avviato le politiche dei distretti e siano pronti a portare avanti anche le più complesse fasi successive, hanno presentato istanza e ricevuto l’ammissibilità 46 Comuni pugliesi, con una concessione provvisoria di risorse pari, complessivamente, a 8,5 milioni di euro.
Dalle associazioni di categoria e dagli enti locali ci è giunta in questi giorni la pressante richiesta di prorogare il termine per la realizzazione delle attività previste dai DUC dal momento che riguardano la formazione degli addetti e l’animazione delle comunità locale, tutte attività che, al momento, in ragione delle limitazioni causate dal diffondersi dell’epidemia, non possono svolgersi.
Come Assessorato abbiamo accolto favorevolmente questa richiesta, prorogando di tre mesi, decorrenti dalla data prevista per il completamento delle attività, il termine per la realizzazione effettiva delle stesse. Tale proroga, ovviamente, riguarda i progetti dei Distretti e delle Amministrazioni Comunali le cui istanze siano state ammesse al contributo previsto da uno dei due bandi.
Si tratta di un ulteriore segnale di vicinanza della Regione Puglia alle
Amministrazioni locali e, soprattutto, alle attività economiche del territorio che stanno attraversando una durissima crisi per effetto dell’epidemia in corso che speriamo, presto, di poterci mettere alle spalle”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *