Crac Fse, ventuno indagati per bancarotta fraudolenta

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari, su delega della Procura della Repubblica, hanno eseguito la notifica del provvedimento di conclusione delle indagini preliminari verso 21 indagati nel crac di Ferrovie Sud-Esy; fra loro anche alcuni componenti del management di Banca nazionale del Lavoro, l’ex ad Luigi Fiorillo e altri. 
Le ipotesi di reato contestate ai soggetti destinatari dell’avviso riguardano il reato di bancarotta fraudolenta preferenziale in favore del creditore Bnl e di bancarotta fraudolenta impropria per effetto di operazioni dolose che hanno portato al fallimento della società Ferrovie Sud Est srl, ora incorporata nel gruppo Ferrovie dello Stato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *