Crisi, serve uno strappo contro la recessione

“La situazione economica è più critica del previsto e impone uno strappo nelle politiche per la crescita e il lavoro”. Lo sostiene il segretario generale della Cisl Basilicata, Nino Falotico, commentando i dati del rapporto congiunturale di Unioncamere. “Il rapporto Unioncamere parla apertamente di economia lucana in recessione e di situazione critica per il manifatturiero e il commercio. Quanto alla disoccupazione, che gli esperti di Unioncamere danno in rallentamento, occorre fare la tara degli scoraggiati che nella nostra regione sono in preoccupante aumento”.

Per Falotico “a rendere il quadro ancora più fosco è l’aumento del divario interno tra aree deboli e aree debolissime, come il materano, che risente del tracollo strutturale del polo del salotto. Al cospetto di una crisi che si conferma durissima – continua il leader della Cisl lucana – serve uno strappo deciso delle politiche per la crescita e il lavoro. Il patto siglato con Regione e Confindustria ha creato le premesse di metodo e di contenuto per affrontare con spirito di coesione gli effetti devastanti della crisi sulle imprese e sulle famiglie. Alcune misure contenuto nel patto, penso al sostegno agli investimenti e al lavoro, devono necessariamente partire entro l’autunno,questo anche per dare un segnale di fiducia e di discontinuità agli operatori e avviare concretamente il piano che abbiamo concertato nei mesi scorsi. Di tempo non ce n’è più”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *