Da Federanziani Premio ’60 e più’ a Martorano

Dopo la Medaglia “Krogh 2011” di pochi giorni fa “per aver avviato e finanziato campagne di sensibilizzazione alla popolazione sui temi della prevenzione e cura del diabete, adottando il Manifesto dei diritti della persona con Diabete”, un nuovo importante riconoscimento nazionale viene assegnato all’assessore alla Salute, Sicurezza e Solidarietà sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità della Regione Basilicata, Attilio Martorano. Il presidente di Federanziani, Roberto Messina, ha comunicato all’esponente del governo lucano che il Comitato di Presidenza dell’organismo, su parere del Consiglio Direttivo, ha deliberato in suo favore l’assegnazione del Premio “60 e più”.

“Con il Premio – si legge nella missiva – Federanziani si propone di valorizzare le Eccellenze del Servizio Sanitario Nazionale con uno sguardo particolare alla sensibilità mostrata verso le esigenze dei pazienti ‘over 60’. Il Premio attribuisce un riconoscimento non solo all’eccellenza medico-scientifica delle strutture sanitarie, ma anche a quegli esponenti del mondo della ricerca e delle istituzioni che si siano distinti per il loro contributo al miglioramento della salute e della qualità della vita delle persone anziane.

Il conferimento di un premio speciale alla sua persona in qualità di Assessore alla Salute della Regione Basilicata – sottolinea Messina – è stato deliberato in virtù del modello virtuoso che tale regione rappresenta nel campo della sanità, tra le regioni del Sud, sotto il duplice profilo dei costi e della qualità delle cure erogate”.

La cerimonia di conferimento si svolgerà mercoledì 14 dicembre a Roma, nella Sala dei Presidenti di Palazzo Giustiniani del Senato della Repubblica, nell’ambito dei lavori di presentazione del Rapporto ‘Sic Sanità in cifre 2010’ che vedrà la partecipazione di alti rappresentanti istituzionali ed accademico-scientifici nazionali ed europei.

E ai premi si aggiunge l’importante riconoscimento della Sanità Privata secondo cui la Regione Basilicata è tra quelle che produce meno sprechi nell’utilizzo dei finanziamenti pubblici. I dati del IX Rapporto “Ospedali e Salute 2011” presentato il 1° dicembre dall’Aiop (l’associazione che riunisce gli ospedali privati) sull’efficienza e gli sprechi negli ospedali pubblici delle regioni a statuto ordinario evidenziano, infatti, che la Basilicata si colloca tra le regioni più virtuose dell’intera penisola (superando il solito divario Nord-Sud), gli sprechi sono limitati e i finanziamenti assegnati vengono impiegati in maniera efficiente e corretta. Per valutare le inefficienze sono stati messi a confronto i finanziamenti pubblici per la gestione ordinaria ricevuti dagli ospedali con la stima del valore economico delle prestazioni. Le strutture ospedaliere della Basilicata fanno registrare, con quasi 400 milioni di costi reali e 304 di ricavi, una percentuale inefficienza sui costi totali pari al 23,8%. Un dato decisamente al di sotto della media delle 15 regioni a statuto ordinario (27,9%) e appena superiore a quella delle regioni settentrionali (21,8%).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *