Decreto tabacco, direttiva approvata unanimemente dalla Commissione Politiche Europee della Camera

“Il parere approvato all’unanimità dalla Commissione Politiche europee della Camera, relativamente al decreto di recepimento della Direttiva sul tabacco, contiene alcune importanti condizioni al fine di tutelare meglio la salute dei cittadini”. E’ quanto afferma, in una nota, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo, del Pd.
“Abbiamo chiesto al governo – prosegue Bordo – di introdurre una disciplina sui sistemi di tracciabilità conforme al Protocollo sull’eliminazione del commercio illegale dei prodotti derivati dal tabacco dell’Organizzazione mondiale della Sanità, soprattutto al fine di assicurarne la totale indipendenza dall’industria del fumo e, conseguentemente, garantire la massimizzazione del livello di protezione della salute dei consumatori”.
“Inoltre, abbiamo chiesto al governo di provvedere all’estensione del divieto di fumo in auto ai conducenti non solo in presenza di minori e donne in gravidanza, ma anche in assenza di passeggeri, allo scopo di ridurre i rischi per la salute e salvaguardare l’incolumità pubblica. Un tale divieto, evidentemente, può avere riflessi positivi anche sulla sicurezza stradale” spiega Bordo.
“Infine – conclude Bordo – siamo intervenuti con la richiesta di mantenere nei confronti dei tabaccai che vendessero prodotti da fumo ai minori l’attuale apparato sanzionatorio, che appare meglio rispondente ai principi di efficacia e proporzionalità. Le sanzioni pecuniarie molto alte, la sospensione o addirittura la revoca della licenza di esercizio, previste, invece, dal decreto legislativo, ci sembravano particolarmente gravose e non sostenibili, soprattutto per le migliaia di attività commerciali di piccole dimensioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *