DEFR 2015-2017, sì da quarta commissione

La quarta commissione consiliare, presieduta da Luigi Bradascio (Pp), riunitasi nel pomeriggio di oggi, ha approvato all’unanimità dei consiglieri presenti (Galante-Ri, Bradascio-Pp, Spada, Miranda Castelgrande e Polese-Pd, Benedetto-Cd e Pietrantuono-Psi. Non hanno partecipato al voto i consiglieri Rosa-Lb-Fdi, Leggieri-M5s, Mollica-Udc e Romaniello-Gm) la proposta preliminare del DEFR, Documento di economia e finanza regionale 2015-2017.
Sull’argomento sono stati auditi il dirigente dell’ufficio risorse finanziarie e bilancio, Elio Manti, e Liliana Santoro, dirigente dell’ufficio Attuazione degli strumenti statali e regionali della politica regionale. Manti ha spiegato che il documento è stato approvato in bozza dalla Giunta regionale e passa ora all’esame delle commissioni consiliari, per poi approdare, dopo una consultazione pubblica, in Consiglio regionale. Il documento individua per il periodo programmatico 2015-2017 le strategie che la Regione Basilicata intende adottare, indicando le aree di policy di riferimento tra cui l’attrattività di investimenti e intelligenze, i processi formativi e professionali, la ricerca e l’innovazione, l’agenda digitale, il welfare di cittadinanza, la coesione territoriale.
I consiglieri Rosa, Leggieri, Mollica e Romaniello che non hanno partecipato al voto, a margine della riunione nell’evidenziare il ritardo con cui si è giunti a discutere dell’argomento, hanno precisato che “si è votato un documento che non ha validità tecnica, né politica e né contabile, in quanto il DEFR 2015/2017 si è esaurito già con la finanziaria dello scorso anno. “Oggi – ha sottolineato il consigliere Rosa – avremmo dovuto votare il nuovo documento 2016/2018”. Il consigliere Romaniello, oltre a condividere quanto sottolineato da Rosa, ha aggiunto che “il documento contiene inesattezze, in modo particolare rispetto agli accordi tra la Regione e i grandi gruppi industriali”.
La Commissione, in precedenza, ha approvato a maggioranza (con il voto favorevole di Polese, Miranda Castelgrande e Spada-Pd, Bradascio -Pp, Pietrantuono-Psi, Galante-Ri, Rosa-Lb-Fdi, Mollica-Udc, e Romaniello-Gm e l’astensione di Leggieri-M5s) la delibera di Giunta regionale riguardante gli interventi di solidarietà in favore degli emigrati lucani nei paesi dell’America Latina. Il provvedimento, in attuazione della Legge regionale n. 43/1998, individua i criteri e le modalità di concessione dei contributi per il 2015. “Tra gli interventi che saranno attuati – ha spiegato il funzionario dell’ufficio Sistemi culturali e turistici. Cooperazione Internazionale, Rocco Romaniello – oltre i progetti già avviati dalle Federazioni delle Associazioni dei Lucani operanti in America Latina con il contributo della L.R n. 43/98, l’erogazione di sussidi in denaro per interventi di carattere sanitario e scolastico”. I contributi saranno concessi a favore delle Federazioni delle Associazioni degli Emigrati Lucani operanti nei paesi dell’America Latina fino alla concorrenza massima di € 40.000,00 per ciascun progetto presentato.
Rispetto alla proposta di legge, d’iniziativa del consigliere regionale di M5s, Gianni Leggieri, che individua “Misure per il recupero, la restituzione e la donazione ai fini del riutilizzo di medicinali in corso di validità”, il consigliere Polese ha proposto che diventi un emendamento alla Pdl “Contrasto al disagio sociale mediante l’utilizzo di eccedenze alimentari e non”, d’iniziativa dei consiglieri Polese, Cifarelli, Spada e Robortella (Pd). “La pdl, approvata questa mattina in seconda Commissione – ha spiegato Polese – potrebbe tranquillamente prevedere un ulteriore punto riguardante, appunto, il riutilizzo e la redistribuzione dei farmaci inutilizzati ed ancora in corso di validità”. Proposta accettata dal consigliere Leggieri.
Approvato, infine, a maggioranza (con il voto favorevole di Bradascio, Spada, Pietrantuono, Galante e Polese) la delibera dell’ufficio di Presidenza dell’Assemblea sul “Rendiconto della gestione del bilancio del Consiglio regionale riferito all’esercizio finanziario 2014”.
Rinviato, invece, alla prossima riunione l’esame del Ddl “Norme per l’accoglienza, la tutela e l’integrazione dei cittadini migranti e dei rifugiati” e della Pdl.: “Norme per l’accoglienza, l’inclusione, l’integrazione partecipe e la convivenza civile dei migranti in Basilicata- Modifiche alla L.R. 20 aprile 1996, n. 20”, presentata dal Consiglio provinciale di Potenza. Un rinvio dettato dall’esigenza di meglio pianificare la metodologia lavorativa. Esigenza fatta emergere dai consiglieri della minoranza che si sono allontanati dall’Aula al momento della discussione.
Hanno partecipato ai lavori della Commissione, oltre al presidente Luigi Bradascio (Pp), i consiglieri Francesco Pietrantuono (Psi), Paolo Galante (Ri), Gianni Leggieri (M5s), Gianni Rosa (Lb-Fdi), Aurelio Pace e Giannino Romaniello (Gm), Francesco Mollica (Udc), Achille Spada, Mario Polese e Carmine Castelgrande (Pd).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *