Delegazione del Fadiesis accordion Festival 2012 e di avvocati ungheresi in visita alla Provincia

Giornata intensa per il presidente Franco Stella impegnato, insieme al presidente del Consiglio Aldo Chietera e al capo di gabinetto Damiano Porcari,  in incontri istituzionali tesi a valorizzare la crescita culturale del territorio provinciale.

Nell’arco di un paio di ore si sono avvicendate la delegazione del “Fadiesis accordion Festival 2012” e quella degli avvocati ungheresi accompagnati a loro volta da una rappresentativa di avvocati di Potenza e Salerno guidata dall’avvocato Vito Mecca.

Nel primo caso il confronto ha sottolineato la valenza di un “Festival a cavallo tra due territori, Matera e Pordenone, ricco di suggestioni e sfumature musicali dimenticate o sottovalutate.” Il presidente della Provincia di Matera si è detto entusiasta del “Fadiesis accordion Festival 2012”: “l’impegno per unire Matera e Pordenone, nella prospettiva di rendere i due territori un unicum culturale, si sta rivelando una intuizione importante a dimostrazione di come la condivisione possa unire luoghi apparentemente lontani e diversi.” Non si tratta solo di “seguaci” della fisarmonica, – ha sottolineato l’ingegnere Loperfido – ma di una vera e propria tradizione in comune che ripercorre eredità artistiche autorevoli e di significativa memoria. Matera e Pordenone hanno in comune una ricchezza musicale che le sta valorizzando entrambe in un unico spazio.”

Una prospettiva, quella del confronto che sostiene le ragioni di uno sviluppo solido e duraturo, che è stata anche al centro dell’incontro con la delegazione di avvocati ungheresi. Professionisti in visita a Matera nella mattinata odierna prima di disputare, nel pomeriggio, un incontro calcistico nel capoluogo di regione proprio con gli stessi “giocatori” con i quali si sono confrontati lo scorso mese di luglio i titolari della squadra della Provincia di Matera. “La rappresentativa mista di avvocati, magistrati e funzionari pubblici della città di Potenza e di Salerno con i quali abbiamo giocato una partita di calcio presso lo stadio XXI Settembre, solo alcune settimane fa,  – hanno evidenziato Stella e Chietera –  ha segnato un momento importante nella storia sportiva, e non solo, di questa Amministrazione. Una giornata davvero intensa e autentica che ha cementato relazioni umane e professionali significative.”

Il presidente Stella, dopo avere ringraziato gli avvocati conquistati dalle bellezze della città, li ha invitati a tornare per un soggiorno più lungo in grado di fare apprezzare loro le altre meraviglie che abitano in provincia: “numerose e ricche di prospettive, proprio come i rapporti avviati tra i nostri due Paesi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *