Depuratore a Pisticci, un bene per l’intero territorio

La decisione di destinare sei milioni di euro per la realizzazione di un depuratore a Pisticci è stata salutata in maniera favorevole quale atto positivo per l’intero territorio comunale dal circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Pisticci e Marconia. Finalmente alle tematiche ambientali viene dato il giusto peso dalle istituzioni regionali e locali. La Sel ritiene inoltre che la decisione delle Regione Basilicata di riconoscere il finanziamento economico al Comune di Pisticci, reperito dai 32 milioni di euro destinati dal CIPE per la realizzazione di infrastrutture necessarie alla depurazione, rappresenta un importante atto a tutela dell’ambiente, della salute cittadini e dei villeggianti. Per questi motivi il circolo SEL auspica che si proceda, in tempi brevi, all’avvio dell’iter amministrativo che consenta la realizzazione dei lavori. Chiede inoltre che tra i lavori di costruzione del depuratori venga ricompreso l’adeguamento di tutto il percorso di canalizzazione fognaria che dal centro urbano porterà i liquami al depuratore considerato che oggi a Pisticci si vive la paradossale situazione che le fogne scorrono a cielo aperto lungo le pendici delle colline argillose fino al fiume Cavone. Da ultimo, il circolo SEL cittadino, da sempre attento alle problematiche ambientali, auspica che la positiva azione messa in atto dal Comune di Pisticci e la sensibilità della Regione Basilicata venga riproposta anche per le altre questioni ambientali che affliggono il nostro Comune, tra cui l’inquinamento del fiume Basento con la bonifica dell’intera vallata, le precarie condizioni della discarica comunale “La Recisa”, il monitoraggio di tutte quelle attività che generano inquinamento nonché l’ispezione dei siti dove si sospetti la presenza di sostanze pericolose. Su queste tematiche, come più volte dichiarato, il circolo di Sinistra Ecologia Libertà di Pisticci-Marconia sollecita un confronto con l’amministrazione comunale e si rende disponibile a fornire il suo apporto per affrontare le spinose problematiche ambientali e territoriali.

Giuseppe Coniglio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *