Dimensionamento Scolastico: comunicato dei genitori della Media “Torraca”

Matera la città che si candida a Capitale Europea della Cultura, si vede danneggiata dall’applicazione del Piano di dimensionamento scolastico, da parte del Consiglio Regionale, che aggrega la succursale della Scuola Media “F. Torraca” di Piazza degli Olmi, alla Scuola Media “N. Festa”.

Questa decisione ha posto in essere una reazione da parte dei genitori degli alunni della “Torraca” di Matera che difendono la scuola stessa dagli assalti che ha ricevuto da chi, come è stato detto più volte, non conosce i problemi della scuola.

E se si considera quanto sta avvenendo nella città di Matera a livello istituzionale, circa le sollecitazioni da più parte sulla tematica di città capitale della cultura, ebbene questa cultura non è stata rispettata in quanto ha “aggredito” la fascia più debole della società, i bambini, i ragazzi che sono in crescita culturale attraverso quella che si chiama a caratteri cubitale “continuità didattica”.

Una decisione che sconvolge tutta la didattica e la scuola stessa che viene penalizzata nella graduatoria dei docenti e personale Amministrativo che possono perdere posto e lasciare la Scuola Media “Torraca” per andare altrove, e ciò facendo spezza quella “continuità didattica”, armoniosa, tuttora vigente, penalizzata anche nell’adozione dei libri di testo, e ancor più penalizzata nel corso di strumento musicale, che sta diventando, anno dopo anno, la perla della “Torraca”. Si sta decidendo di una scuola che si è affermata nel territorio e che è sempre più amata dai genitori per i risultati culturali conseguiti e che conseguono i loro figli.

Il comunicato stampa che riportiamo, sottolinea questo aspetto. Una delegazione di genitori ha incontrato a Potenza, ieri mattina, il dirigente scolastico regionale dott. Franco Inglese con la presenza del presidente della Provincia di Matera Franco Stella, il presidente del consiglio provinciale Aldo Chietera e l’Assessore provinciale Antonio Montemurro.

Il dott. Inglese, ha assunto le motivazioni che stanno portando i genitori a mantenere in vita un comitato permanente davanti alla scuola “Torraca” ed ha rinviato l’incontro, sempre a Potenza, per il tavolo tecnico e della concertazione, a sabato mattina o a lunedì prossimo. A questo incontro saranno presenti le istituzioni regionali della scuola, il presidente della Regione De Filippo, l’assessore Rosa Mastrosimone, il presidente della provincia di Matera, il sindaco di Matera, gli assessori alla cultura e le rappresentanze sindacali.

(Carlo Abbatino)

 

COMUNICATO STAMPA

 

 Il Comitato Permanente  Genitori

degli alunni della Scuola Media TORRACA

Sede Centrale e Succursale P.zza degli OLMI

in seguito agli sviluppi del confronto con le Istituzioni

preposte alla definizione del Piano di Dimensionamento scolastico

 in totale sintonia con il personale docente e non docente della stessa Scuola

HA RITENUTO

di far riprendere ai ragazzi il normale corso delle lezioni

perché crede

nel valore della Scuola

ATTENDE

l’esito del tavolo tecnico previsto per i prossimi giorni

al quale auspica partecipino  tutte le parti in causa

per riconsiderare le delibere assunte e per evitare,  in autotutela,

 gli inevitabili ricorsi delle parti lese  all’autorità giudiziaria

 CONFIDA

che il Presidente della Giunta  e del Consiglio Regionale

e i Consiglieri Regionali

che noi abbiamo eletto

in qualità di garanti della democrazia e legalità in tutto il territorio

vogliano far proprio il valore del merito

 dimostrato negli anni dalla Scuola Torraca

che, invece di essere premiata, appare paradossalmente penalizzata

 vogliano ridare la giusta considerazione alle conclusioni raggiunte e condivise

nei tavoli tecnici, che invece appaiono completamente disattese

 vogliano testimoniare ai nostri ragazzi e alla città che le regole

vanno rispettate ed interpretate secondo correttezza, buona fede e non furbizia

 vogliano ridar vita al senso civico e di appartenenza che sentiamo calpestato

 IL COMITATO CONTINUA PERTANTO A PRESIDIARE LA SCUOLA

E A VIGILARE SUI FUTURI SVILUPPI DELLA VICENDA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *