Dimissioni in massa al comune di Cerignola

municipio cerignolaL’amministrazione comunale di Cerignola è giunta al capolinea. Le dimissioni degli assessori Gallo, Reddavide, De Cosmo e Palladino (PdL), Mennuni e Spione (UdC) e l’assessore Merlicco hanno segnato un punto di non ritorno. Alla base della decisione, il mancato rilancio dell’attività amministrativa, con la volontà dei gruppi consiliari di azzerare l’esecutivo e portare a termine i punti programmatici non ancora ‘toccati’. E così la giunta di Antonio Giannatempo è agli sgoccioli. Ma il primo cittadino cerignolano attende con fiducia l’esito di una serie di incontri in programma da qui alla prossima settimana.

Nel frattempo, il PD ha già deciso di avviare una mozione di sfiducia nei confronti dell’amministrazione comunale, mentre i grillini hanno indetto una raccolta firme per la proposta di deliberazione comunale che intende introdurre nuovi e più incisivi strumenti di democrazia diretta nello statuto del comune. In una nota, i ‘Grilli di Cerignola’ hanno annunciato che per 3 mesi saranno nei luoghi di maggiore frequentazione pubblica per raccogliere un congruo numero di firme e spiegare la loro proposta di cambiamento della politica cittadina. “Non più spettatori passivi dei provvedimenti degli eletti, ma cittadini attivi che esercitano la loro sovranità per governare al meglio la nostra città”, si legge.

Molto più pesante, invece, è stato il commento di Franco Metta del M.P. La Cicogna, che ha sparato a zero contro la giunta Giannatempo: “Quella delle dimissioni di massa di tutti gli assessori al Comune di Cerignola è l’ennesima buffonata di gente senza dignità e senza rispetto per la Città. Un branco di incapaci che mette in scena, giorno dopo giorno, il solito teatrino per restare a galla. Quattro anni di fallimenti totali, e questi continuano ancora a scherzare con i nomi, i rimpasti, la crisi. E Giannatempo sa solo dire che ‘spiccerà la faccenda’ in una settimana. La città è mortificata ed offesa. Il primo a chiedere scusa e ad andarsene dovrebbe essere proprio il Sindaco più inetto, incapace, inutile, dannoso che la storia ricordi. Ecco perché dico: vattene Giannatempo, siamo veramente stufi di te e della tua armata Brancaleone”. Metta ne ha anche per il PD: “Quanto a loro, che chiamano le opposizioni alla mobilitazione, dico: la Cicogna non ha bisogno di essere chiamata all’impegno dagli assonnati componenti del circolo Amici e Fedeli di Elena Gentile. Siamo da sempre in prima fila contro costoro ed in mezzo ai cittadini esasperati”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *