Diritti di cittadinanza, incontro con Adduce

 

Osservatorio casa, bilancio sociale e democrazia partecipativa. Sono i principali argomenti che sono stati discussi oggi in un incontro tra alcuni rappresentanti dell’associazione di volontariato civico “Diritti di cittadinanza”, guidati da Angelo Bianchi, Franco Casertano, per l’associazione Sunia, il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, gli assessori comunali Piero Mazzei, Silvia Vignola, Antonio Giordano.

In particolare, Angelo Bianchi si è soffermato sulla necessità di rendere operativo l’Osservatorio casa in modo da monitorare attentamente il fabbisogno e promuovere interventi di edilizia sociale per le fasce di cittadini più deboli. In relazione a questo argomento, è stato chiesto al Comune di verificare la possibilità di realizzare un piano di edilizia sociale sovracomunale, magari coinvolgendo i paesi vicini come Montescaglioso, Miglionico e Pomarico.

I volontari dell’associazione “Diritti di cittadinanza”, inoltre, hanno sollecitato l’Amministrazione comunale a predisporre un bilancio sociale attraverso cui rendere visibili non solo gli aspetti finanziari, ma anche gli esiti degli investimenti e la loro gestione e organizzazione.

Infine, Bianchi ha rimarcato l’importanza, a livello non solo locale, ma anche e soprattutto nazionale, della delibera “Promozione della democrazia partecipativa e della cittadinanza attiva” approvata dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Adduce il 2 dicembre 2010. “Un vero e proprio atto di indirizzo, forse unico in Italia – ha detto Bianchi – con il quale vengono fissati criteri per favorire l’autonoma iniziativa dei cittadini e singoli associati per lo svolgimento di attività di interesse generale sulla base del principio di sussidiarietà orizzontale”.

A tal proposito l’associazione “Diritti di cittadinanza” ha proposto la organizzazione e gestione volontaria di uno sportello di promozione della partecipazione democratica, di consulenza, di interlocuzione con gli uffici comunali, di tutela dei diritti dei cittadini, di orientamento delle persone immigrate.

Al termine dell’incontro il sindaco ha espresso piena disponibilità a verificare la possibilità di realizzare un piano di edilizia sociale sovracomunale. Per quel che riguarda il bilancio sociale, “l’Amministrazione comunale – ha detto il sindaco Adduce – si sta già adoperando per definire contenuti e modalità attraverso l’adozione delle migliori pratiche presenti in Italia”. Massima disponibilità, infine, ad accogliere nel palazzo municipale uno sportello sui diritti di cittadinanza.

Al termine dell’incontro il sindaco, gli assessori, ed i volontari dell’associazione hanno convenuto sulla necessità di organizzare in tempi brevi due momenti di confronto aperto ai cittadini, uno dedicato all’osservatorio casa e all’edilizia sociale, l’altro agli strumenti di tutela della cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *