Dopo l’intervento del Comune di Matera, spento un ripetitore telefonico che creava interferenza con le frequenze tv in alcuni rioni della città

Nella giornata di venerdì 15 maggio, sono arrivate al Comune di Matera segnalazioni da parte dei cittadini di alcuni rioni (Piccianello, San Pardo e Spine Bianche) relative alla scomparsa del segnale tv, in concomitanza con l’accensione di un ripetitore di telefonia mobile.

Comprendendo il disagio creato da questa situazione, che non è di responsabilità né di competenza del Comune, l’Assessore all’Ambiente Giuseppe Tragni, si è attivato per ottenere informazioni dal gestore dell’impianto.

Il problema non è stato causato, come erroneamente qualcuno ha fatto intendere, dall’accensione delle frequenze 5G. I disturbi sono invece dovuti all’accensione da parte degli operatori di telefonia mobile delle stazioni radiobase LTE, che trasmettono in banda 800 MHz. La tecnologia LTE – alla base dei sistemi di telefonia mobile di quarta generazione, detti anche 4G – potrebbe causare in alcune zone geografiche interferenza con i segnali riservati alla televisione digitale terrestre (DVB-T).

Questo determina la necessità, da parte dei cittadini o dei condomini, di provvedere all’applicazione di alcuni filtri negli impianti di ricezione delle tv, per poter continuare a ricevere il segnale video.

Questi filtri vengono installati gratuitamente dal Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE).  

Per sapere come basta collegarsi al sito https://www.mise.gov.it/index.php/it/comunicazioni/televisione/interferenze-tra-4g-lte-e-tv.

Il Comune di Matera ha chiesto ed ottenuto comunque dal gestore dell’antenna telefonica, lo spegnimento immediato del segnale per almeno una settimana, per poter consentire a tutti coloro che hanno registrato il problema di interferenza nella visione della tv, di adeguare gli impianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *