Edilizia, si rischia il tracollo

“La crisi del settore edile sta diventando drammatica e senza azioni incisive del governo nazionale e delle istituzioni locali rischiamo il tracollo”. Lo sostiene il segretario generale della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre, commentando i dati Istat che evidenziano un crollo della produzione nel settore delle costruzioni di oltre il 20 per cento su base annua. “Sono numeri che non ci sorprendono – spiega La Torre – perché largamente attesi da chi come il sindacato ha il polso della situazione giorno per giorno. Eppure nonostante le avvisaglie dei mesi scorsi e i nostri continui richiami – dice ancora il segretario della Filca – poco o nulla è stato fatto per contenere la caduta. Ora anche il ministro Passera promette di accelerare sulle opere pubbliche, ma al punto in cui siamo arrivati le promesse e le buone intenzioni non servono più a niente. Anche in Basilicata i cantieri pubblici e privati sono in gran parte fermi e l’occupazione in caduta libera. L’auspicio è che l’osservatorio regionale sulle opere pubbliche, in via di costituzione, possa contribuire con il concorso delle parti sociali ad accelerare i tempi di esecuzione e di cantierizzazione delle opere già appaltate in modo da offrire una boccata di ossigeno al settore e contenere l’emorragia di posti di lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *