Elezioni Matera, riflessioni su tari e ecosostenibiltà, dei candidati consiglieri Maragno e Fraccalvieri (Lega)

Nella Città dei Sassi è iniziato il conto alla rovescia in vista delle elezioni del 20 de 21 settembre. Rossella Florence Maragno, candidata al Consiglio Comunale di Matera nella lista della Lega, espone tra i punti del suo programma elettorale, il problema della Tari. “Purtroppo Matera non è una Città pulita, abbiamo necessità di avere una gestione dei rifiuti migliore e ben organizzata ” afferma la candidata Maragno. In Italia, tra la Regione in cui il costo della TARI è maggiore e la Regione “più economica” vi è uno scarto del 120% e soprattutto a Matera con l’attuale Amministrazione vi è stato un aumento del 15% sulla tassa rifiuti rispetto agli ultimi anni.
Nonostante la provincia di Matera abbia la produzione pro capite di rifiuti urbani più bassa d’Italia, ci ritroviamo a essere una delle Città in cui la tassa di riferimento è tra le più costose.“ Quello che io mi domando è perché la nostra tassazione sia così elevata, mentre i comuni limitrofi, che dovrebbero conferire l’immondizia allo stesso modo di noi materani, hanno una
tassa rifiuti molto più economica”
Uno dei temi che la prossima Amministrazione Comunale dovrà affrontare sarà la raccolta differenziata perché, ricordiamoci bene che la giunta uscente ha gestito la gara d’appalto, ha gestito i contratti, ha suddiviso le zone di Matera per la raccolta, ma non ha mai avviato il tutto.
Vero è che tra tanti cittadini vi è molto malcontento al riguardo poiché ci sono due problematiche che si spera vengano affrontate:
 la mobilità degli anziani soli, che dovranno portare ogni sera il bidone pieno sulla strada per poi riprenderlo la mattina successiva
le contrade, che non avranno a disposizione il bidone e la raccolta dell’umido, ma avranno a disposizione soltanto un compost dove mischiare i rifiuti organici con terra, foglie e scarti di giardino.
I problemi, succitati, che potranno verificarsi con l’avvio della raccolta differenziata in realtà possono essere risolti  semplicemente con una sana sensibilizzazione verso l’argomento.
Bisogna informare i cittadini sul corretto utilizzo del compostaggio ed ovviamente fornire loro, non solo il compost, ma anche gli strumenti per poterlo realizzare ad hoc.
Bisogna inoltre capire se per le famiglie con persone anziane senza aiuto sarà il caso di fare la raccolta porta a porta e non per strada.
Ci auguriamo, ovviamente, che il costo della tassa rifiuti non aumenti ulteriormente e che magari possa anche diminuire con un corretto smaltimento.
Un altro desiderio che si potrebbe esprimere riguardo l’argomento è la gestione dei piccoli gettacarte per le strade. Ora ci sono gettacarte stracolmi, in condizioni indecorose, e si possono trovare, sfortunatamente, per tutte le vie cittadine; da Matera Nord zona San Giacomo a Matera Sud zona Agna, senza dimenticare che anche gli splendidi Sassi di Matera
non vengono mantenuti puliti. Oltre alla loro quotidiana pulizia ed igienizzazione sarebbe il caso di pensare all’installazione di ulteriori cestini.Matera è una splendida Città, tuttavia la sua mancata pulizia non la fa risplendere come dovrebbe”.
 
Nicola Fraccalvieri(Lega): ll Comune di Matera ha diverse carenze funzionali nella propria macchina amministrativa che devono essere necessariamente riviste, aggiornate e attivate in modo deciso.
Il nostro impegno, e quello di qualsiasi consigliere e sindaco che prenderà le “redini” di Matera, dovrà essere proprio quello di condurre la città verso un futuro ecosostenibile sia dal punto di vista economico che
dal punto di vista del miglioramento generale della vita.
I nostri programmi politici sono ben chiari e delineati e naturalmente potranno essere realizzati solo se condivisi con tutti i concittadini, gli enti e le associazioni presenti.
Occorre far sentire la nostra voce, la voce del popolo all’unisono… “Matera c’è” e svincolarci dalle brame di potere extraterritoriali. Uniti e coesi possiamo fare grandi cose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *