Eliporto di Melfi, il sindaco Valvano scrive all’assessore Franconi

“Per la realizzazione dell’eliporto non bisogna perdere l’occasione delle risorse finanziarie disponibili grazie alla gara di appalto dei lavori di ampliamento dell’Ospedale di Melfi che sono iniziati nei mesi scorsi all’Ospedale di Melfi”. A sostenerlo è il sindaco di Melfi, Livio Valvano in una nota inviata oggi all’Assessore regionale alla salute, Flavia Franconi, chiedendo anche “un confronto con l’ASP”.

“Le questioni che attengono al sistema sanitario – ha detto Valvano – nell’area del Vulture-Melfese sono numerose. Un primo problema è la vicenda del servizio di eli-soccorso e della connessa superficie di atterraggio nel Comune di Melfi. In questi mesi a Melfi sono in corso di esecuzione i lavori di ampliamento della struttura ospedaliera. Non costituiscono oggetto dei lavori, purtroppo, le opere di adeguamento della superficie già presente all’interno della struttura. A Melfi, sede di PSA, oggi non è possibile disporre del servizio di elisoccorso notturno, come avviene nelle altre strutture regionali, a causa della inadeguatezza della struttura. In diversi incontri avuti lo scorso anno con il suo predecessore, insieme ai dirigenti della ASP, prima dell’inizio dei lavori di ampliamento dell’Ospedale di Melfi si valutava l’opportunità di destinare le risorse finanziarie derivanti dalla procedura di gara eseguiva (% di ribasso) per sostenere il costo di adeguamento della superficie necessaria a garantire il servizio di eli-soccorso h24”.

Per Valvano “considerato che i lavori sono stati appaltati e che, quindi, oggi ci sarebbero le condizioni tecnico-giuridiche per addivenire ad una soluzione in tempi relativamente rapidi invito la regione Basilicata a convocare uno specifico tavolo istituzionale di confronto, con la ASP e l’Amministrazione Comunale al fine di valutare l’andamento dei lavori di ampliamento della struttura di Melfi e il relativo progetto di implementazione dell’eliporto”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *