Emergenza Xylella, tavolo tecnico a Lecce con il ministro Bellanova

“Fin da ora è tempo di passare all’azione con fondi ed azioni per contrastare la Xylella”. E’ quanto ha affermato il ministro per l’agricoltura Teresa Bellanova, al termine dell’incontro tenutosi a Lecce con le associazioni della rappresentanza agricola, alimentare, sindacale nella sede del Distretto agroalimentare di qualità jonico-salentino.
“L’emergenza che ha colpito e in parte compromesso questo territorio è una questione nazionale ed europea, non solo territoriale. Al pari di emergenze che in questo momento stanno assediando altre zone del territorio nazionale. Adesso è il tempo di agire. Io e la squadra ministeriale siamo a completa disposizione, le risorse ci sono. Entro il 1 gennaio 2020 saranno a disposizione di agricoltori e frantoiani i 300 milioni di euro stanziati dal decreto emergenze per rimettere in moto la più grande fabbrica green del Sud Italia”.
Coldiretti Lecce ha accolto positivamente le intenzioni dell’esecutivo. Secondo i dati dell’associazione, il danno provocato dalla Xylella al patrimonio olivetato nelle 3 province di Lecce, Brindisi e Taranto è salito ad oltre 1,6 miliardi di euro.
“Da quando è stata confermata la presenza della Xylella fastidiosa a Lecce, la produzione di olio ha subito un trend negativo irreversibile, con il minimo storico di 5.295 tonnellate prodotte nell’ultima campagna 2018/2019 e un crollo del 90%, mentre a Brindisi la produzione di olio è diminuita del 38%, seguita a ruota dal calo della produzione in provincia di Taranto dove c’è stata la virata della malattia”, è la nota di Coldiretti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *