Emiliano presenta in Commissione DDL contro le discriminazioni e violenze per l’orientamento sessuale e l’identità di genere

“Questo disegno di legge potrebbe cambiare in meglio la vita delle persone che sono rimaste fino ad ora da sole ad affrontare il problema del bullismo per l’orientamento sessuale e l’identità di genere. Se in Puglia ci sono casi di bullismo omofobico, e ce ne sono, questo è anche un nostro problema e dobbiamo intervenire per migliorare le cose. La Regione Puglia vuole porre in essere attività, in termini di servizi, per consentire a ciascuno di trovare i propri punti di riferimento, e dare sostegno concreto alle commissioni pari opportunità dei Comuni. L’articolo 3 della norma è centrale perché interviene quando si verificano discriminazioni sul posto di lavoro per orientamento sessuale, identità di genere o condizione intersessuale. Molti fenomeni di discriminazione si verificano nei tempi della scuola, anche dell’obbligo. Stiamo cercando di promuovere una cultura della coesistenza fondata sulla conoscenza e sul rispetto reciproco, alla luce di condotte che ancora oggi possono rendere la vita impossibile a chi viene considerato “diverso”. Questo disegno di legge organizza le attività che oggi invece non sono disciplinate, e cerca di portare elementi di conoscenza dove spesso si annidano ignoranza, luoghi comuni, battutacce. Con l’approvazione di questa legge la Regione Puglia potrà dire a sé stessa che ha fatto quanto possibile per rendere la vita di tutti la più eguale e felice possibile”.
Lo ha detto oggi presidente della Regione Puglia Michele Emiliano nel corso della presentazione alla III e VI  commissione consiliare il disegno di legge “Norme contro discriminazioni e violenze determinate da orientamento sessuale o da identità di genere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *