Eni, Emiliano incontra al Mise il ministro Guidi

Il presidente Emiliano ha partecipato questa mattina all’incontro – presso il Ministero dello Sviluppo Economico – con il ministro Federica Guidi e i rappresentanti delle Regioni nelle quali ci sono impianti e risorse della filiera chimica dell’Eni per discutere delle prospettive del settore e dell’azienda.
“L’incontro – ha spiegato Emiliano al termine – concerneva il destino della chimica italiana: ovviamente le Regioni hanno espresso preoccupazione per l’ipotesi che Versalis-Eni ha fatto di individuare un partner per poter rafforzare i propri asset in tutto il mondo, nel timore che questo potesse corrispondere ad una totale deresponsabilizzazione di Eni nel settore della chimica.
Però abbiamo ricevuto anche dall’Eni, presente con i suoi rappresentanti, una rassicurazione sul fatto che non c’è alcuna intenzione di perdere questo asset strategico per l’industria italiana, anche se la necessità di risalire la classifica dei settori chimici mondiali prevede come unica strategia quella di scambiare brevetti, buone prassi, procedure con aziende che ricevono in cambio analogo sostegno da Versalis.
Ovviamente ho anche colto l’occasione per ringraziare l’azienda perché l’asset pugliese di Brindisi è un autentico fiore all’occhiello per l’impresa e rappresenta uno stabilimento modernissimo, molto rilevante, sul quale si continua a investire e ho ricevuto rassicurazioni che il polo di Brindisi per la Versalis rimane centrale e importantissimo. Questo era l’obiettivo principale di oggi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *