Fasano, il bando sulla Comunicazione ha lo scopo di implementare uffici a servizio dei cittadini

In relazione ad alcune posizioni pubbliche sul bando del Comune di Fasano per l’affidamento dei servizi di “Comunicazione interna ed esterna” all’Ente, Cinzia Caroli, assessora a Comunicazione e relazioni col pubblico, tiene a precisare che «il bando non è certo uno strumento di propaganda politica, semmai risponde all’esigenza oggettiva di assicurare al Comune ed ai cittadini alcuni servizi previsti dalla normativa di settore e dal programma di mandato dell’Amministrazione comunale: servizi che vanno nella direzione di rendere quanto più trasparente possibile l’attività amministrativa e di aiutare gli stessi cittadini nel disbrigo di pratiche più complesse. Non è un caso – annuncia l’assessora Caroli – che la ditta aggiudicataria del servizio dovrà gestire, oltre all’attuale Ufficio relazioni col pubblico, anche l’ufficio online Reclami e il Punto di accesso assistito, entrambi di prossima istituzione, ai quali i cittadini potranno rivolgersi per segnalare disservizi o per essere aiutati nelle procedure da seguire per usufruire dei servizi offerti dal Comune, al fine di evitare il peregrinare dei cittadini di ufficio in ufficio. Ma non solo. La ditta aggiudicataria dovrà anche gestire i social network istituzionali Facebook e You Tube per fornire un’informazione tempestiva ed interattiva anche per lo streaming, che non abbiamo negato ma che abbisogna di un supporto tecnologico di prossima implementazione; peraltro, la ditta aggiudicataria – sottolinea l’assessora Caroli – dovrà anche occuparsi della predisposizione di materiale illustrativo dei servizi offerti dall’Ente ed anche gestire campagne di promozione del territorio, di eventi, di progetti e di servizi ideati o offerti dal Comune. Il bando? Abbiamo previsto che l’aggiudicatario presentasse sia un’offerta economica al ribasso che un’offerta migliorativa rispetto a quanto da noi stabilito nel bando stesso”. All’8 febbraio, data di scadenza per la presentazione delle manifestazioni d’interesse, sono giunte a Palazzo di Città 11 proposte di altrettante ditte interessate all’Avviso pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *