Ferragosto, controlli e ingressi limitati in locali e esercizi pubblici, per limitare i contagi

Nelle regioni italiane, salgono nuovamente i contagi, molti dovuti ai rientri dalle vacanze dei più giovani da Grecia e Croazia. Nel Lazio, un cluster tra ragazzi rientrati da Malta: 8 i casi positivi su 10, mentre in riviera romagnola , saranno intensificati i  controlli, in base alle linee guida recepite dal Dpcm e predisposte dalla Conferenza delle Regioni, individuando i principi di distanziamento, obbligo della mascherina e riduzione della capienza massima per garantire il distanziamento previsto nelle aree destinate al ballo. La nuova ordinanza invita le Prefetture ed i sindaci a predisporre controlli nell’ambito delle rispettive competenze e prevede inoltre il massimo delle sanzioni amministrative per i trasgressori delle disposizioni, in particolare, per le serate di Ferragosto. Occhi puntati in tutta Italia sui luoghi frequentati dai giovani. Sono loro i più esposti al contagio, tra assembramenti e scarsa osservanza delle regole, a partire proprio dalle mascherine. E sono sempre più, a giudicare dai casi degli ultimi giorni, un potenziale e pericoloso vettore di contagio per le categorie più fragili. Controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici, con sanzioni fino al massimo previsto per i trasgressori, ma anche misure sanitarie speciali per contrastare il diffondersi del virus tra i migranti sbarcati in Sicilia. Nelle discoteche e negli esercizi pubblici similari, sono vietati gli eventi al chiuso, mentre per quelli all’aperto si fa riferimento alle linee guida recepite dal Dpcm. Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, sabato 15 agosto sarà a Milano per presiedere, in Prefettura, la riunione del Comitato Nazionale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *