Flash mob a Lecce per ‘ridare’ splendore alla Basilica Santa Croce

L’illuminazione artistica di Santa Croce a Lecce è spenta da oltre 5 mesi a causa di un contenzioso tra la Provincia (proprietaria della Basilica e di Palazzo dei Celestini, sede dello stesso ente), ed Enel Sole, che gestisce la manutenzione dell’illuminazione artistica, non solo della Basilica ma anche di altri 19 ‘gioielli’ del Salento.
Ma nella giornata di domani sia Santa Croce che Palazzo dei Celestini torneranno a splendere, anche se per qualche manciata di minuti, sotto la luce di alcune fiaccole grazie al flash mob organizzato da ‘Quotidiano di Puglia’ assieme all’architetto leccese Andrea Novembre. Domani, alle 18.30 davanti alla Basilicata, l’occasione per chiedere che uno dei simboli del Barocco leccese torni alla sua grandezza e per smuovere le coscienze di quanti hanno a cuore le sorti della città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *