FlixBus a Bari: inaugurati collegamenti giornalieri con Napoli e Matera a partire da 1 €

Bari sempre più al centro della rete nazionale di FlixBus: dopo aver collegato il capoluogo pugliese con importanti destinazioni del nord e centro Italia, quali Torino, Milano, Venezia, Bologna e Pescara, la start-up degli autobus verdi che ha rivoluzionato la mobilità in Europa istituisce ora quattro collegamenti al giorno da Bari verso Matera e Napoli, raggiungibili, rispettivamente, in poco più di un’ora e in tre ore. L’avvio della nuova tratta rappresenta tanto un ulteriore passo nel consolidamento della presenza di FlixBus a livello regionale, che interessa, tra le altre, anche le città di Foggia, Brindisi e Lecce, quanto un’estensione dell’asse Puglia-Basilicata-Campania, destinato ad arricchirsi in breve tempo di nuove destinazioni.
I nuovi collegamenti saranno operativi a partire da giovedì 12 maggio, ma i biglietti sono già prenotabili dal sito www.flixbus.it, attraverso l’app gratuita e presso le agenzie di viaggio affiliate, con prezzi di lancio a partire da 1 €. Come sempre, gli autobus partiranno dalla fermata di via Giuseppe Capruzzi, presso la Stazione Centrale, e saranno dotati di ogni comfort per rendere il viaggio un’opzione ideale anche per chi si sposta per lavoro: oltre alla toilette, i viaggiatori troveranno infatti a bordo Wi-Fi gratuito e prese di corrente, e potranno portare con sé due bagagli, oltre al bagaglio a mano.
FlixBus dà inoltre ai suoi passeggeri la possibilità di viaggiare 100% green attraverso il pagamento volontario, all’atto della prenotazione, di una minima percentuale sul costo del biglietto che permetterà di compensare le emissioni di CO2 rilasciate in viaggio. FlixBus persegue inoltre un ideale di economia sostenibile che si realizza nella collaborazione con le aziende di autotrasporti del territorio: secondo tale modello di business, la start-up si occupa della pianificazione delle rete, delle strategie di prezzo, del marketing e della comunicazione, mentre le aziende partner sono responsabili del servizio operativo, del reperimento degli autisti e della manutenzione dei mezzi. Grazie a tale modello, l’azienda è in grado di dare lavoro a 4.500 persone in Europa, di cui 500 solo in Italia nei suoi primi nove mesi di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *