Foggia, aggrediti sostituto commissario e poliziotto penitenziario

Altri due gravi episodi si sono verificati nel carcere di via delle Casermette a Foggia. Lo ha denunciato il segretario generale nazionale del sindacato autonomo del Co.S.P., Mimmo Mastrulli, che ha riferito di un’aggressione a un sostituto commissario da parte di un cittadino straniero. L’uomo ha subìto lesioni guaribili in 8 giorni; un altro detenuto,invece, ha aggredito un poliziotto penitenziario. 
La questioni del carcere di Foggia, assieme al problema del sovraffollamento, sono state già oggetto di un incontro con il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morron: “Anche per inerzia di chi persiste al vertice regionale e centrale, dopo la mobilità dei dirigenti, l’istituto penitenziario si ritrova senza un direttore titolare ma anche senza un vice. Mancano circa 80 unità di polizia e 15 unità del Comparto Funzioni centrali Area Contabile ed Educativa”. Mastrulli ha chiesto l’equiparazione della Polizia Penitenziaria alle altre Forze Armate e di Polizia dello Stato, maggiori competenze alla Polizia Penitenziaria e l’uso del Taer per i poliziotti che devono esclusivamente operare all’interno delle carceri contro criminalità e terrorismo, l’ampliamento dell’organico della polizia penitenziaria attraverso l’immissione di circa 3mila 500 unità nel biennio 2019/2021. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *