‘Fondo per la ripresa economica’ per le imprese materane

La Giunta della Camera di commercio di Matera ha approvato il bando per accedere al “Fondo per la ripresa economica”, dotato di € 100.000,00 con l’obiettivo di sostenere le imprese del Materano, in un momento di profonda crisi nazionale ed internazionale, per favorire il rilancio delle attività economiche e l’avvio di nuovi cicli produttivi. La decisione segue a quanto concordato presso l’Unioncamere di Basilicata al fine di sostenere in concreto le aziende lucane. Il bando e il modulo di domanda sono disponibili sul sito www.mt.camcom.it. Il “Fondo per la ripresa economica” è articolato in due linee d’intervento. La prima è quella della “Ripresa” che prevede un contributo diretto alle Piccole e medie imprese che chiederanno il finanziamento, con l’apporto delle cooperative di garanzia e dei Confidi operanti sul territorio. L’intervento della Camera di commercio riguarda, in questo caso, i costi sostenuti per ottenere la garanzia del Confidi, per un importo massimo per ogni impresa pari ad € 2.500,00. L’altra linea riguarda il “Sostegno”, con un contributo diretto alle piccole e medie imprese che aderiscono alle “Nuove Misure per il Credito”, in base all’accordo sottoscritto il 28 febbraio 2012 dai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Economia, dalle Associazioni delle Imprese e dall’ABI. Le agevolazioni consistono nell’assegnazione di un contributo sugli interessi che l’impresa sostiene per un importo massimo di € 2.500,00.

“La Giunta camerale – ha detto il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli – si è fatta interprete e in concreto dello stato di difficoltà delle nostre imprese, costrette a far fronte a scadenze di vario tipo per carenza di liquidità pur vantando crediti per lavori eseguiti. Il nodo è proprio qui. L’accesso al credito è spesso frenato da iter burocratici, che finiscono con il soffocare le esigenze immediate per tenere in vita le imprese e tutelare i posti di lavoro. Da qui le situazioni esasperate di una casistica crescente, che abbiamo deciso di ascoltare attraverso l’istituzione di uno sportello dedicato, contattabile per posta elettronica e con un numero verde. Abbiamo, pertanto, deciso di affrontare l’emergenza credito per assicurare la disponibilità di adeguate risorse finanziarie alle imprese e sostenere gli sforzi di quanti non mollano perché legati al territorio. Auspichiamo che altre opportunità si affianchino a quelle come la nostra, attivate dal sistema delle Camera di commercio per la ripresa”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *