Frana di Montescaglioso, Confapi si appella al senso di responsabilità di Pittella e Benedetto

Il mancato inserimento della frana di Montescaglioso tra gli interventi prioritari del programma di mitigazione del rischio idrogeologico desta preoccupazione fra le imprese interessate, che oltre tutto non hanno ottenuto neanche il ristoro economico dei danni subiti. Dopo l’incontro molto partecipato di sabato a Montescaglioso e prima del tavolo convocato dal presidente della Regione martedì a Potenza, Confapi Matera invita tutti a mettere da parte il rimpallo delle responsabilità e rivolge un appello al presidente Pittella e all’assessore Benedetto perché individuino un percorso virtuoso per una rapida soluzione del problema che interessa la comunità montese ormai da 4 anni.
Qualunque iniziativa e da chiunque provenga, se finalizzata a risolvere la questione, sarà senz’altro condivisa dall’Associazione e soprattutto dalle imprese danneggiate dalla frana che ha colpito Montescaglioso il 3 dicembre 2013. Le risorse del programma di mitigazione del rischio idrogeologico sembravano la soluzione immediata alla frana che, con il suo fronte di 2 chilometri, aveva messo in ginocchio cittadini e aziende. La sorpresa qualche giorno fa, quando si è scoperto che gli interventi di consolidamento della strada crollata non erano stati inseriti nell’elenco delle priorità. Per questo motivo Confapi Matera chiede che si faccia ogni sforzo per reperire le risorse finanziarie necessarie per ripristinare la viabilità, oltre che per i contributi economici alle imprese interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *