Futsal Marconia all’esame Guardia Perticara

Dopo il positivo esito del match di sabato scorso davanti al pubblico amico in cui i rossoblù hanno avuto la meglio sul Deportivo Salandra, il Futsal Marconia si prepara ad affrontare il Guardia Perticara, già sfidato nella competizione tricolore. “Ci attente un’altra prova di forza contro il Guardia Perticara – spiega il diesse Nicola Mastronardi – l’avversario ambisce alla vetta della classifica per tentare il salto di qualità e approdare nel campionato nazionale di Serie B”. Il team guardiese è infatti reduce da un pareggio, 2-2, in casa della corazzata Futura Matera. Il quoziente di difficoltà è sicuramente aumentato rispetto al match di coppa per la presenza di tre calcettisti spagnoli provenienti direttamente dalla serie B iberica: Alejandro De La Llave, Raul Jimenez Munoz e Victor Gonzales Lopez, assenti nello scontro conclusosi in parità. Questo non intimorisce affatto Mastronardi che chiede ai suoi giovani ragazzi di ripetersi sabato 12 novembre sul campo del Guardia Perticara per portare a casa i tre punti. Ci crede anche il capitano Schiraldi che afferma: “ Abbiamo attraversato una settimana difficile dopo la prima brutta giornata di campionato, poiché anche dal punto di vista mentale non era facile. Sicuramente questo ci ha spinti a prepararci e affrontare bene il Salandra dimostrando che anche noi possiamo ben figurare in questo campionato. Adesso testa e concentrazione al Guardia, squadra ben organizzata, preparata e forte, per fare una bella figura e per raggiungere il prima possibile il nostro obbiettivo stagionale: la salvezza”. Mister Venezia per provare a portare a casa il risultato avrà a disposizione: Daniele Laviola, Marco Morgante, Alessandro De Nittis, capitan Emanuele Schiraldi, Nicola Albano, Piero Grieco, Simone Rondinone, Daniele Magro e Marco Clementelli.
L’appuntamento è a sabato 12 novembre  alle ore 16.30 alla tendostruttura Comunale C5 Guardia Perticara. Gli arbitri designati per l’incontro sono Giuseppe Ceraldi di Potenza e Giancarlo Vicino di Moliterno.

Alice Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *