Futura Matera sette bellezze a Guardia Perticara, per il team neroarancio non c’è scampo.

Con una prova super, sfoderata all’unanimità da tutto il collettivo, la Futura Matera si aggiudica in maniera ineccepibile la partitissima della seconda giornata di ritorno, imponendosi trionfalmente sul campo del Guardia Perticara con un perentorio 1-7. Senza dubbio si tratta della miglior prestazione espressa fino a questo punto del campionato dai montoni; migliore per tanti motivi, su tutti la bravura del rooster materano a saper mantenere alta la concentrazione dall’inizio alla fine, rincorrendo ogni palla senza dare un minimo di tregua agli avversari. È evidente che i segnali positivi emersi martedì scorso a Polignano, nonostante la sconfitta, sono stati confermati e, se vogliamo, migliorati visto che i montoni hanno tirato fuori una prestazione perfetta priva di sbavatura alcuna che alla fine ha assunto i connotati di un’autentica prova di forza nei confronti di un avversaria che finora nel proprio domicilio aveva concesso solo un punto, ma che oggi nulla ha potuto contro una squadra che si è dimostrata decisamente più forte e più matura. Finalmente mister Lamacchia può contare sulla rosa al completo e schiera nel quintetto iniziale Laviola tra i pali, Rispoli, Contini, Grandinetti e Corbino, risponde mister Bartolomeo con il portiere e capitano Collarino, Lavella, Morelli e gli spagnoli De la Llave e Victor Gonzalez Lopez. Proprio i due iberici con la loro rapidità di movimento cercano di arrecare pericoli alla porta di Laviola, ma la Futura predispone una fase difensiva magistrale che non permette ai locali di creare pericoli a parte su una conclusione di De la Llave che finisce sul fondo non lontana dal palo alla sinistra di Laviola. Risponde subito la Futura con una botta dal limite di Grandinetti che Collarino mette in angolo. È in prossimità del 9’ minuto che il Guardia Perticara riesce a passare in vantaggio sfruttando a dovere l’unico spazio lasciato libero dalla Futura e il cecchino Gonzalez Lopez ne approfitta  piazzando la palla all’angolino alla sinistra dell’incolpevole Laviola. I materani non ci mettono molto a reagire sfiorando il pari in due occasioni, prima con Latorre e a seguire con Cuviello, ma in entrambi i casi la palla finisce sull’esterno della rete. Poco prima del 17’ minuto arriva il meritato pareggio ospite grazie a una bella azione di Onofrio che dopo aver addomesticato una palla difficile si trova nella condizione di concludere ma il suo tiro centra il palo pieno e la sfera torna in campo, finendo sui piedi di bomber Nico Latorre che di piatto insacca sotto la traversa. I montoni ci credono e mantengono i nervi saldi arrivando a sfiorare il vantaggio negato ancora dal palo in seguito a un’incursione di Contini. I locali ci provano da lontano con Gonzalez Lopez e Lavella trovando la sicura opposizione di Laviola. I montoni però dimostrano di crederci di più e a 2 minuti dal termine del tempo passano a condurre; uno sgusgiante Cuviello lascia sul posto un avversario partendo dall’out di sinistra e giungendo nei pressi della linea di fondo, qui vince un rimpallo e mette al centro per l’accorrente capitan Calbi che da pochi passi fredda Collarino. Nei minuti di recupero il Guardia Perticara ha la possibilità di pareggiare su punizione di Gonzalez Lopez ma Laviola dice ancora no permettendo così alla sua squadra di andare al riposo in vantaggio. La ripresa si apre con gli stessi schieramenti di inizio gara e i locali mantenendo il possesso della sfera cercano di trovare gli spazi giusti per colpire ma la difesa ospite è ben schierata e Laviola è insuperabile quando viene chiamato in causa da De Fina e compagni. La svolta del match si ha tra i minuti 10 e 11 quando la Futura piazza un uno-due micidiale. Sugli sviluppi di un calcio di punizione per il Guardia Perticara De Fina anziché calciare preferisce servire un compagno ma questi perde palla affrontato da Latorre, quindi il bomber si lancia in una veloce ripartenza e una volta giunto al limite dell’area serve un assist d’oro per l’accorrente Contini, il numero 3 materano non può sbagliare e porta i suoi sul doppio vantaggio. Un minuto dopo è Grandinetti a portare a termine una fuga solitaria approfittando degli spazi liberi lasciati dagli avversari e mette in rete facendo passare la palla tra le gambe di Collarino. Nonostante il divario di reti consistente i locali non si arrendono e ci provano con il portiere di movimento ma la mossa non produce gli effetti sperati perché gli ospiti sfiorano la quinta marcatura con Corbino che da lontano però non inquadra la porta. L’appuntamento con il goal del gigante policorese è solo rimandato, esattamente al 15’ dopo aver ricevuto palla da Onofrio, centra la porta sempre da lontano con un delizioso pallonetto. Gli uomini di mister Bartolomeo non ci stanno e le provano tutte per ridurre il passivo e rendere la sconfitta più onorevole ma hanno la sfortuna di trovare davanti a loro un Laviola formato saracinesca e dove non arriva il portierone di Marconia c’è Rispoli a salvare sulla linea. I montoni non stanno certo a guardare e lo stesso Rispoli chiama Collarino alla risposta, fino a quando poco prima del minuto 23, lo stesso portiere guardiese deve capitolare ancora per mano di Corbino che sfrutta a dovere un assist di Nico Latorre. A quel punto la partita è veramente finita e i montoni la gestiscono senza affanni trovando ancora la via del goal con Contini, bravo a capitalizzare al massimo un lancio perfetto di super Laviola. Finisce 1-7 Per la Futura Matera che mantiene invariato il distacco dalla prima della classe Orsa Aliano e si porta a 4 punti di vantaggio dalla squadra di mister Bartolomeo, il tutto come detto all’inizio, grazie a una vera prova di forza di tutto il collettivo biancazzurro. Ora non bisogna fermarsi e soprattutto mister Lamacchia deve essere bravo ad alleviare l’euforia scaturita dall’odierno match perché la strada è ancora lunga e ci sono ancora 9 partite da provare a vincere.

Guardia Perticara – Futura Matera 1-7
Guardia Perticara: Collarino, Francolino, Bruno, Ambrosini, Urgo, De la Llave, De Fina, Morelli, Lavella, Gonzalez Lopez, Baiona, Mele. Allenatore: Paolo Bartolomeo.
Futura Matera: Laviola, Contini, Grandinetti, Rispoli, Onofrio, Cuviello, Latorre, Calbi, Caione, D’Adamo, Corbino, Gammariello. Allenatore: Pasquale Lamacchia.
Arbitri: Maggio di Potenza e Tomasulo di Venosa.
Marcatori: p.t. 8’40 Gonzalez Lopez (GP), 16’54 Latorre (FM), 27’58 Calbi (FM); s.t. 10’05 Contini (FM), 11’06 Grandinetti (FM), 15’34 e 22’56 Corbino (FM), 30’+1 Contini (FM).
Ammoniti: nessuno.
Espulsi: nessuno. Recupero: 2’p.t., 2’s.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *