Gallipoli, morto il gattino appeso per le zampe alla tenda di un’abitazione

Non ce l’ha fatta il gattino di pochi mesi che è stato ritrovato appeso per le zampe alla tenda di una casa della Baia Verde, a Gallipoli. L’infezione causata dal brutale gesto gli ha causato la morte, nonostante arti stessero iniziando a reagire e la circolazione si stava riattivando, ma le larve che avevano riempito le ferite causate dalla corda troppo stretta gli hanno procurato una setticemia. A trovare il gattino erano stati i proprietari della casa nel cui giardino qualcuno era entrato per legare il micio.
I volontari delle associazioni animaliste di Gallipoli hanno lanciato un appello. “Avviso la cittadinanza di tenere gli occhi aperti perché c’è qualcuno in giro che si diverte a fare del male agli animali. – ha detto la volontaria Sara Mariello – Il gattino di due o tre mesi circa, trovato legato per le zampe ad una tenda in un giardino in Baia Verde è stato legato intenzionalmente da persone entrate in una proprietà privata. La sera prima qualcuno ha visto dei ragazzi che buttavano delle pietre a dei gatti. Vi chiedo per favore di segnalare e di chiamare tempestivamente le forze dell’ordine. Questi individui vanno fermati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *