Gianni Rosa (Pdl): “I meriti, quelli veri, vanno conquistati sul campo”

Nulla sembra scuotere il Pdl lucano. Nemmeno la tempesta che si sta consumando a Roma. E’ nei momenti difficili che dovrebbe emergere con forza la robustezza del gruppo, fatto di uomini e donne con sentimenti, e invece ancora una volta il Pdl lucano non è pervenuto. Dal coordinatore regionale mi sarei aspettato la volontà di organizzare un incontro aperto a tutta la gente lucana che ha fatto il Popolo della Libertà. Un’occasione per riflettere sul delicato momento che il centrodestra sta attraversando; un momento per poterci confrontare serenamente, per poter ripartire ricaricati e affrontare il futuro con serenità. Invece mi sbagliavo. Ancora una volta il segnale è chiaro. La comunità esiste solo quando bisogna plaudire pubblicamente al potente di turno o quando bisogna raccogliere i consensi elettorali. Chiara dunque la statura del Pdl lucano. Che non riesce a riunirsi per uno scambio di idee e provare a fare sintesi. Figuriamoci come può sperare di avere voce in capitolo quando si dovrà decidere chi dovrà rappresentarci in Parlamento. Le decisioni caleranno dall’alto (spero di sbagliarmi!). E a proposito di Parlamento. Credo di potermi permettere un suggerimento al mio coordinatore e ai suoi due “fidi” collaboratori abituati alle platee romane. Non bisogna dare per scontato nulla. Oggi più che mai. La gente che pensa con la sua testa c’è e non dimentica nulla. I nostri parlamentari (mi rivolgo ai tre che qualche volta ho incontrato, il quarto è sempre più latitante) ostentano troppa sicurezza. I meriti, quelli veri, vanno conquistati sul campo. Esattamente quello che i nostri parlamentari ci devono dimostrare.

Gianni Rosa

Esponente Pdl lucano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *