Giornate Fai di Primavera a Tricarico e comuni limitrofi

Il Gruppo Fai di Tricarico, come già è avvenuto per le “Giornate Fai di Autunno”, continua a contagiare i comuni limitrofi. Le “Giornate Fai”, che si terranno il 24 e 25 marzo 2018, con orari 10.00-13.00/15.00-18.00, sono l’occasione per una condivisione di obiettivi tra le Istituzioni e i cittadini nell’intento di conoscere per valorizzare.
Ai comuni di Accettura, Grassano e Stigliano, che avevano partecipato alle “Giornate Fai di Autunno”, si aggiungono Garaguso e San Mauro Forte, grazie alla collaborazione di nuclei di volontari locali che condividono la proposta di promozione e valorizzazione, oltre che di raccolta fondi, che il Fai mette in atto tramite gli eventi nazionali. Punto di partenza dell’itinerario, nella cittadina di Tricarico, sarà il Museo Diocesano (MuDiT), inaugurato nel 2016, che conserva opere della Diocesi, oltre a virtual tour sui vari comuni del territorio: non solo opere d’arte sacra ma oggetti che narrano la storia, la tradizione e la religiosità del territorio diocesano. Il percorso guidato è denominato il “Museo… aperto al territorio”, il museo punto di partenza per la visita alle emergenze monumentali della cittadina e dei comuni della Diocesi. Da piazza Monsignor delle Nocche, lungo corso Vittorio Veneto, si arriverà alla chiesa di San Francesco, dove si potrà ammirare il prezioso altare Corsuto. Si proseguirà verso la chiesa di Santa Chiara, dove si potranno ammirare gli affreschi del 1612 di Pietro Antonio Ferro. Il completamento della visita sarà la chiesa di Santa Maria del Carmine, con il secondo ciclo di affreschi del pittore Ferro e il chiostro del convento che viene raccontato per la prima volta. Durante la passeggiata dentro e fuori le mura, si potranno ammirare i suggestivi scorci della cittadina arabo normanna. Il Comune di Garaguso proporrà la visita a Palazzo Revertera che, restaurato, verrà inaugurato la prossima estate. Nel palazzo settecentesco, adibito a palazzina di caccia, sono state ritrovate interessanti pitture murali. Da qui lo spunto a parlare delle arti figurative e dei ritrovamenti archeologici nell’area. Inoltre, sarà proposta la visita alla chiesa di San Nicola di Myra, rivendicata dalla famiglia Revertera come loro proprietà, ricostruita nel 1654 su una struttura più antica, di cui resta una sola cappella con interessanti affreschi cinquecenteschi. Grassano proporrà Palazzo Materi, costruzione di fine settecento, residenza di una nobile famiglia di imprenditori agricoli e professionisti di origine lucana; all’interno, arredi e costumi d’epoca. Per la prima volta sarà raccontato il chiostro del convento del Carmine, un luogo poco valorizzato e mai mostrato ai visitatori, edificato nel XVIII secolo dai Frati riformati francescani che occuparono le strutture conventuali del Carmelo. Sarà possibile visitare anche una cella dei frati e il refettorio. San Mauro Forte proporrà la visita alla suggestiva Torre normanna, rimaneggiata nel secolo XV, per approfondire i caratteri dell’architettura fortificata nel territorio, anche con l’aiuto di sistemi multimediali. Stigliano riaprirà le porte del bellissimo Palazzo Santo Spirito. Grande è l’emozione che sempre suscita questo edificio, insieme elegante e grandioso, espressione di quella diffusa monumentalità di campagna che nobilita il paesaggio dell’intera regione lucana. Solo uno dei tanti esempi di masserie presenti nel territorio. Con Accettura, si ripercorreranno i temi dell’architettura e dell’arte sacra con la visita al complesso monumentale di San Francesco, successivamente denominato convento di Sant’Antonio, fondato nel XIV secolo. In chiesa, interessanti tele e resti di affreschi del XVI secolo. Una proposta diversificata che, all’interno del programma della Delegazione di Matera e dell’intera regione, permetterà di offrire un corposo pacchetto di visite per chiunque vorrà lasciarsi coinvolgere da questo week end di arte, storia e cultura. Le visite saranno guidate dagli “Apprendisti Ciceroni” delle scuole locali. Per Tricarico, l’Istituto comprensivo-scuola secondaria di I grado “Rocco Scotellaro”, il Liceo delle scienze umane-linguistico non statale “Gesù Eucaristico” e il Liceo scientifico “Carlo Levi; per Grassano, l’Istituto tecnico commerciale; per Stigliano e Accettura, l’Istituto di Istruzione superiore “Felice Alderisio”; per San Mauro Forte, l’Istituto comprensivo-scuola secondaria di I grado “Dante Calbi”; per Garaguso, l’Istituto comprensivo-scuola secondaria di I grado” Arcangelo Ilvento”. Si ringrazia per la collaborazione i comuni dei paesi coinvolti, la Diocesi di Tricarico, il Polo museale, i parroci delle chiese oggetto di aperture e le varie associazioni che collaboreranno con il Fai per la riuscita della giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *