Giunta regionale Puglia, seduta conclusa

La Giunta regionale ha deciso di designare l’Area del Sud Salento come seconda Area Interna candidata alla Strategia Nazionale, in considerazione del valore più basso di reddito pro-capite detenuto rispetto alle Aree Interne del Gargano e dell’Alta Murgia. L’Esecutivo ha inoltre dato mandato all’Autorità di Gestione di avviare la procedura negoziale con l’Area del Sud Salento per la definizione degli interventi a valere sulle risorse del POR Puglia 2014-2020, pari a 3 Meuro, ai sensi della DGR 2186/2016.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha designato l’Area del Gargano come terza area interna candidata alla Strategia Nazionale per le Aree interne e l’area della Murgia come quarta area interna candidata alla Strategia Nazionale per le Aree Interne. L’Esecutivo ha dato mandato all’Autorità di Gestione per avviare la procedura negoziale con le Aree indicate per la definizione degli interventi a valere sulle risorse del POR Puglia 2014-2020, pari a 6 Meuro equamente ripartiti e come già quantificate con la DGR 2186/2016.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha approvato, in via sperimentale, il Protocollo di intesa in favore della popolazione detenuta ed internata. Il Protocollo verrà sottoscritto dalla Regione con il Ministero della Giustizia- Di patimento dell’Amministrazione Penitenziaria-, Istituti Penali di Trani, e Provincia BAT.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha nominato – ai sensi del D.Lgs. n. 517/1999 s.m.i., dell’art. 24 della L.R. 4/2010 s.m.i. e dell’Intesa Regione/Università del 23/9/2013 – il Dott. Vitangelo Dattoli, quale Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha dato mandato al Dirigente della Sezione Ciclo dei Rifiuti e bonifiche di intraprendere le iniziative e le azioni di competenza per garantire l’utilizzo delle risorse di cui al Piano di Azione FSC 2007-2013,( ottimizzazione dei rifiuti urbani) per un ammontare pari a 16.000.000,00. L’Esecutivo ha nel contempo conferito il mandato allo stesso Dirigente perché individui,el breve periodo, all’interno del percorso volto al soddisfacimento del fabbisogno impiantistico regionale, almeno n.1 impianto destinato al trattamento della FORSU, almeno n.1 impianto destinato al trattamento del percolato, almeno n.1 impianto destinato al trattamento e recupero dei rifiuti prodotti dallo spazzamento stradale, e n. 3 impianti di trattamento e recupero vetro/plastica/carta-cartone.
La Giunta regionale ha deciso di erogare € 500.000,00 in favore dei Comuni e dell’Unione dei Comuni della Regione per la realizzazione e/o ampliamento di canili sanitari e/o rifugi, di proprietà comunale in base ai criteri di seguito riportati:
 Il finanziamento regionale potrà essere concesso ai Comuni che ne faranno richiesta per procedere alla realizzazione e/o ampliamento di canili sanitari e/o rifugi, di proprietà comunale nell’ambito del proprio territorio comunale;
 Non potranno accedere ai fondi per la realizzazione e/o ampliamento di strutture, di proprietà comunale, adibite all’accoglienza di cani, i Comuni o Unione dei Comuni che non siano in possesso di canili sanitari comunali sul proprio territorio;
 Le domande dovranno essere presentate entro e, inderogabilmente, non oltre le ore 12.00 del 60° giorno dalla pubblicazione sul B.U.R.P. del presente bando;
 Saranno considerate prodotte in tempo utile le domande di ammissione consegnate, in orario d’ufficio, esclusivamente a mano, al seguente indirizzo: Regione Puglia – Dipartimento Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per

Tutti Sezione Promozione della Salute e del Benessere Servizio Sicurezza Alimentare e Sanità Veterinaria
Via Gentile, 52 – Bari
o tramite posta elettronica certificata (P.E.C.) al seguente indirizzo: pec:sezionepsb@pec.rupar.puglia.it.
 Le domande pervenute oltre il termine sopraindicato saranno respinte;
 Alla domanda dovrà essere allegato il progetto dell’opera da realizzare. I progetti dovranno essere conformi alla DGR n. 6082 del 28 dicembre 1995 e s.m.i;
 Le domande dovranno essere corredate dalle seguenti informazioni dell’Ente richiedente il finanziamento:
 Popolazione residente (ultimo censimento ISTAT);
 codice fiscale;
 IBAN;
 La somma di Euro 500.000 sarà suddivisa tra tutti i Comuni o Unione dei Comuni che ne faranno richiesta in maniera proporzionale in base alla popolazione del Richiedente (ultimo censimento ISTAT);
 I Comuni dovranno rendicontare l’attività espletata.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha recepito l’Accordo, ai sensi dell’articolo 9 del D. Leg.vo28/8/1997, n 281,relativo al documento “ Piano nazionale per la prevenzione delle condotte suicidarie nel sistema penitenziario per adulti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *