Global Recycling Day. A Matera qual è la situazione?

Di seguito alcune riflessioni che i Verdi di Matera intendono offrire alla città e che fanno parte di un ragionamento più ampio e articolato finalizzato all’implementazione di quelle politiche ambientali (gestione verde urbano, sistema di monitoraggio ambientale, mobilità sostenibile, energia sostenibile, green economy) da intraprendere e promuovere, anche in vista del prossimo impegno amministrativo, coerentemente con i principi fondamentali di Agenda 2030, per far sì che Matera possa vantare a suo favore anche il titolo di “Città Green e sostenibile”.

Il 18 Marzo si celebra a livello mondiale il “Global Recycling Day”, la Giornata mondiale del riciclo.

Quest’anno si celebra la seconda edizione dell’evento che vuole sensibilizzare il pianeta sull’importanza del riciclo e fare in modo che il mondo rifletta sul riutilizzo delle risorse che non sono infinite.

Tale ricorrenza mira a sensibilizzare le amministrazioni tutte e, di conseguenza, i cittadini ad effettuare una corretta raccolta differenziata che diventa quanto mai necessaria per tutelare il continuo funzionamento di tutta la filiera e per non causare danni all’ambiente nel suo complesso.

In occasione di tale ricorrenza, è opportuno fare una riflessione attenta e puntuale su come la città di Matera ha pianificato negli ultimi anni la gestione dei rifiuti.

Quella della raccolta differenziata rimane per questa città “un’eterna incompiuta”: continue sperimentazioni non andate a buon fine, incapacità degli amministratori a governare con azioni mirate ed organiche tale processo, un impianto di compostaggio che tale, in verità,  non è mai stato, la continua richiesta, in barba alla normativa vigente in materia, di deroghe per conferire i rifiuti nella discarica in prossimità di La Martella, fino ad arrivare ad oggi ovvero al conferimento e allo stoccaggio dei rifiuti della città in altri siti autorizzati con evidenti costi a carico della comunità e con un servizio complessivamente insufficiente e costantemente in affanno.

È evidente che la gestione dei rifiuti in città è stata assolutamente insufficiente e tale giudizio è ampiamente confermato dai numeri impietosi (che relegano Matera agli ultimi posti) del Rapporto sulle Performances Ambientali delle Città e che giudicano “scarsa” la gestione complessiva e le azioni intraprese dal governo cittadino.

Negli ultimi mesi insistenti sono stati gli “spot” di un imminente avvio della raccolta differenziata, ma ad oggi l’unica cosa certa è vedere ancora in città cassonetti colmi di rifiuti, un’immagine indubbiamente desolante per cittadini quasi rassegnati a questa annosa situazione.

I Verdi di Matera auspicano, oltre all’implementazione della raccolta differenziata, fondamentale per intraprendere un percorso di sostenibilità ambientale,  azioni più incisive necessarie a dare una svolta concreta in materia di gestione dei rifiuti in termini di:

– Adesione al protocollo Rifiuti Zero con Zero Waste Italy. Tale strategia, già adottata con ottimi risultati da diversi comuni italiani, prevede una serie di passi pratici che possono portare, in pochi anni la raccolta differenziata a valori in linea con la media nazionale;

– Tassazione agevolata per gli esercizi commerciali “certificati” come ecologicamente e socialmente virtuosi. Il Comune supporterà gli esercizi commerciali che scelgono di applicare pratiche virtuose (es. rinunciano alla plastica o vendono prodotti sfusi), tramite una tariffa TARI più bassa;

– Applicazione del Primo Principio della Direttiva Europea sui Rifiuti: “evitare la produzione di rifiuti”. Per far ciò, si promuoveranno attività di sensibilizzazione, in particolare in ambito scolastico e nei pubblici uffici, miranti ad illustrare tutte le possibili forme e comportamenti che permettono una “non produzione” di rifiuti; verranno definite linee guida per incrementare la spinta al riuso di imballaggi, volte sia ai cittadini che alle attività commerciali; verrà incentivata la riduzione di imballi primari nella distribuzione alimentare, nel cambio di abitudini nell’usa e getta.

Queste le considerazioni dei Verdi nella giornata Internazionale del Riciclo in un momento di emergenza in cui, stando a casa, i rifiuti aumentano. Differenziarli con cura è quanto mai necessario per tutelare l’ambiente, risparmiare risorse naturali ed energia, anche in un periodo così delicato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *