Goletta Verde fa tappa a Maratea

La Basilicata sarà la sesta regione toccata dal tour 2017 di Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente, che farà tappa a Maratea oggi e domani. Lo rende noto, in un comunicato stampa, Legambiente Basilicata.
“Anche quest’anno – continua la nota – Goletta Verde sta navigando lungo la Penisola per monitorare le qualità delle acque marine, ma anche per denunciare le illegalità ambientali, l’inquinamento, la scarsa e inefficiente depurazione dei reflui, le trivellazioni di petrolio, le speculazioni edilizie e la cattiva gestione delle coste italiane. Un viaggio, composto da 21 tappe con arrivo finale il 12 agosto a Lignano Sabbiadoro (Ud), realizzato grazie al sostegno del CONOU, Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati, e dei partner tecnici Aquafil, Novamont, Nau!.
Primo appuntamento previsto per oggi, alle ore 20, presso il Porto turistico di Maratea con l’incontro ‘Le strategie di sistema per la tutela e la valorizzazione dello spazio marino-costiero in Basilicata’; a seguire la consegna delle ‘5 Vele’ della Guida Blu – Il Mare più bello di Legambiente e Touring club al comprensorio Costa di Maratea e Golfo di Policastro, al quale parteciperanno: Domenico Cipolla, Sindaco di Maratea; Barbara Mele, Sindaco di San Nicola Arcella; Antonio Nicoletti, Responsabile Aree protette Legambiente; Marcello Pittella, Governatore della Basilicata (in attesa di conferma); Vito De Filippo, Sottosegretario di Stato; Mario Polese, Consigliere regionale Basilicata; Ricciardi Giuseppe, Presidente di Legambiente Maratea; Pietro Fedeli, Legambiente Basilicata.
Il viaggio della Goletta Verde, quest’anno, diventa ancor più prezioso e importante dopo la conferenza mondiale degli Oceani all’Onu, dove Legambiente ha partecipato presentando un focus sul Mediterraneo, tra i mari più a rischio per inquinamento da marine litter al pari degli oceani. Legambiente ha racconto l’esperienza e i dati raccolti in questi 30 anni da Goletta Verde, rilanciando un pacchetto di proposte per contrastare questo problema che, al pari della maladepurazione e della pesca illegale, mette in serio pericolo l’ambiente, la biodiversità marina ma anche la salute dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *