Gruppo Leonardo, Fim Cisl: “Crescita importante sul territorio, frutto degli investimenti effettuati negli anni”

“Qui esistono realtà davvero in salute che rappresentano il fiore all’occhiello del Gruppo Leonardo». Così il coordinatore nazionale Fim Cisl del gruppo Leonardo, Mauro Masci dopo la due giorni nel “Grande Salento” in visita nelle divisioni “Elettronica” di Taranto, “Elicotteri” di Brindisi, “Aerostrutture” di Grottaglie e presso la base dell’Aeronautica Militare di Galatina.

«Siti di eccellenza che confermano la vocazione industriale del Gruppo Leonardo, protagonista – aggiunge Masci – nel panorama mondiale degli operatori del settore aerospaziale, della difesa e della sicurezza. Nel corso delle visite abbiamo apprezzato il livello di crescita, ottenuto principalmente grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. Inoltre, circa l’allarme lanciato relativamente allo stabilimento Leonardo di Grottaglie su un ventilato ridimensionamento della produzione delle due sezioni di fusoliera in fibra di carbonio del Boeing 787, la centrale e la posteriore centrale – conclude Mauro Masci – non abbiamo riscontrato criticità e cali di commesse avendo anche ricevuto rassicurazioni in tal senso dal management aziendale che ha dichiarato, come peraltro già fatto sugli organi di stampa, che non vi sono segnali di allarme». 

Su quest’ultimo aspetto Angela Sansonetti della segreteria Fim Cisl Taranto Brindisi predica lealtà.

«Parlare di crisi e tagli per fini propagandistici non è corretto. Nel sito produttivo Leonardo di Grottaglie siamo in piena campagna elettorale – sottolinea Sansonetti – e non ci sembra affatto leale che alcune sigle sindacali mettano in giro ad arte comunicazioni allarmanti solo ed esclusivamente per destabilizzare i lavoratori, creando un canale di comunicazione preferenziale. Per la Fim Cisl è necessario ascoltare i lavoratori rafforzando il  legame con loro, finalizzato alla crescita del sito, garantendo certezze a tutti”.

Fim Cisl Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *