Hub tecnologico di San Rocco, insediato il comitato di indirizzo strategico

Si è insediato questa mattina il comitato di indirizzo strategico dell’hub per la ricerca e l’innovazione tecnologica che ha sede nell’ex ospedale San Rocco, nel cuore della città. Ne fanno parte il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, e il presidente del Cnr, Massimo Inguscio (che possono farsi rappresentare da loro delegati), due componenti nominati dal Sindaco e due componenti nominati dal presidente del Cnr. Sono rappresentanti del Comune di Matera, l’assessore all’Innovazione Giampaolo D’Andrea e il dirigente di staff per la pianificazione strategica,
Antonio Nicoletti; mentre a rappresentare il Cnr sono: Paolo De Natale, direttore dell’Ino (Istituto nazionale ottica del Cnr) e Marta Rapallini, membro della segreteria tecnico-scientifica del presidente del Cnr, che è stata delegata dal Presidente anche a rappresentarla nell’organismo.
Il Comitato di indirizzo strategico ha il compito di assicurare l’attuazione del Protocollo d’intesa tra Comune e Cnr per la realizzazione dell’hub di San Rocco. Secondo l’accordo, il Centro nazionale per le ricerche metterà a disposizione del progetto Matera digitale le competenze necessarie e la strumentazione per lo sviluppo delle attività e delle iniziative previste, favorendo il consolidamento dell’hub tecnologico, valorizzando le potenzialità di giovani ricercatori e innovatori, individuare partner privati per contribuire allo sviluppo delle iniziative comuni e valutare la partecipazione a bandi competitivi regionali, nazionali e internazionali che possano contribuire al finanziamento della realizzazione e del potenziamento delle infrastrutture.
Il Centro nazionale delle ricerche insedierà, inoltre, a Matera un nodo strategico dell’infrastruttura “Dariah”, la ricerca sulle infrastrutture digitali al servizio dell’arte e delle discipline umanistiche, e soprattutto uno dei poli italiani della Flaghsip sulle tecnologie quantistiche, il progetto dell’Ue su cui la Commissione europea ha investito un miliardo di euro. Intanto, sempre in mattinata si è riunita la Commissione che dovrà selezionare i progetti di candidatura delle aziende che si insedieranno nell’hub tecnologico.
​E’ composta da: Marta Rapallini (componente della segreteria tecnico-scientifica del Presidente del Cnr), Luca Bianchi (direttore Svimez), Francesco Vespe (tecnologo dell’Asi) oltre che dal dirigente del settore Cultura e innovazione del Comune di Matera, Felice Viceconte, che sarà presidente dell’organismo, e da Giuseppe Giovinazzo, ingegnere gestionale, dipendente del Comune che svolgerà le mansioni di segretario. La Commissione Dovrà vagliare la compatibilità delle proposte pervenute e destinare gli spazi per consentire lo sviluppo dei progetti.
“Stiamo disegnando il futuro della città – sottolinea il Sindaco Raffaello De Ruggieri – attorno all’idea di trasformazione dei vicinati contadini in vicinati digitali. Il progetto dell’hub tecnologico procede spedito e presto sarà operativo grazie alla collaborazione scientifica e tecnica del Cnr. Matera si candida ad essere punto di riferimento nel Sud per l’innovazione e le nuove tecnologie. E’ questo uno dei lasciti più importanti del 2019. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di favorire gli investimenti che possano portare lavoro e sviluppo e il settore tecnologico è vitale per proiettare la città nel futuro e darle un ruolo nuovo e diverso, senza dimenticare la sua tradizione e la sua storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *