‘I rifiuti oggi e domani’

MUSA URANIA, A cura di Cinzia Giannini, presenta

Martedì 19 marzo 2013 – h. 20

I rifiuti oggi e domani. Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori. con Massimiliano Piscitelli

L’UTILIZZO ALTERNATIVO DEI RIFIUTI IN CHIAVE MODERNA TRA FILMATI ED ESEMPI VIRTUOSI DA COMUNI ITALIANI E MODELLI EUROPEI.

I rifiuti sono un costo: sociale, ambientale, economico e politico. Fin qui nulla che non si conosca già. Si è abituati a non riconoscerlo come “problema” pertinente il nostro campo di azione quotidiano perché sovente è racchiuso in un altrove “cronicistico” e si conclude nel gesto giornaliero di accompagnare il sacco dei rifiuti fino al suo raccoglitore di pertinenza.

Sapete invece che per produrre lo spazzolino che (si butta anche frequentemente) sono stati generati ben 1,5 kg di rifiuti che salgono a 75 per il vostro cellulare di ultima generazione e a 1500 per il computer?

Fa più impressione ora immaginarvi seduti davanti al vostro modernissimo laptop attorniati da 1500 kg di rifiuti solidi, forse nemmeno bio-degradabili? Lo speriamo. Perché è il tentativo di riflessione (sul senso della produzione dei rifiuti e sul riutilizzo in chiave moderna) che propone l’appuntamento di Musa Urania, incontri mensili al MUSA SAPORI & SAPERI di Bari (c.so Benedetto Croce, 18) a cura della dott.ssa Cinzia Giannini del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

A condurre l’incontro martedì 19 marzo dalle 20, l’ingegnere ambientale Massimiliano Piscitelli che illustrerà, con l’ausilio di filmati, immagini e statistiche, non solo i processi di produzione dei rifiuti, ma soprattutto il loro riutilizzo alternativo messo in pratica anche nella realtà pugliese, e non solo. Saranno infatti portati esempi di comuni virtuosi come quello di Andria e di Salerno, che hanno incrementato la percentuale di raccolta differenziata fino al 60 – 70%, fino a quello di Capannori (Lucca), entrato a far parte della Rete Italiana Rifiuti Zero. Un paragone, non necessariamente positivo, sarà anche con altri stati europei come la Germania o Oltreoceano come per l’iper-produttiva America.

“Naturalmente – dice Piscitelli – non sarà una campagna pro-raccolta differenziata che è solo una delle possibilità di recupero. Intendo presentare le novità su cui si sta studiando, ma soprattutto spiegare che sono gli attuali modelli di consumo la vera origine del problema. Cambiare impostazione di vita non è solo un consiglio, da oggi in poi è necessario”.

Ingresso libero.

Info: 080.9262863 – http://www.facebook.com/musa.saporisaperi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *