I videoclip nel Castellaneta Film Fest

Il neologismo tutto italiano “videoclip” è un termine che è entrato nel linguaggio popolare, visti i tanti canali tematici, l’accessibilità attraverso il web e le politiche di marketing stesse legate alla promozione del brano e del suo autore o gruppo. Dal primo film sonoro all’attuale epoca di “youtube” è cambiato praticamente tutto. Ora i video musicali sono dei piccoli film, dei cortometraggi con una storia, dietro i quali molto spesso si investe molto, sia in termini economici che di tempo. Questo anche grazie a un particolare sviluppo delle tecniche audiovisive e dell’attenzione e lo studio da parte degli esperti di comunicazione. Al suo secondo anno di attività il Castellaneta Film Fest, festival di cortometraggi e non solo, che si pone come occasione di visibilità per registi esordienti e non, che si svolgerà nella città che ha dato i nati al mito del cinema muto Rodolfo Valentino, dal 29 luglio al 2 agosto, ha voluto dedicare ampio spazio ai video clip, attraverso sia un concorso ad essi dedicato sia attraverso un workshop dal titolo “Colonne Visive: Struttura cinematografica del Videoclip Musicale”, a cura del regista Gianni De Blasi.
Il laboratorio si terrà presso il Palazzo Baronale di Castellaneta, sabato 2 Agosto 2014, e avrà una durata di quattro ore, dalle ore 11.00 alle ore 17.00, con un’ora di pausa pranzo. De Blasi, che ha realizzato video clip per Carolina Bubbico, Mino De Santis, Fonokit, Bundamove, Bandadriatica, finalista PIVI e PVI 2013, Crifiu e tanti altri ancora, è attivo nel settore degli spot televisivi e nei backstage, dei quali ha curato “Il Genio”, “The Fakestage”, “Mine Vaganti” e “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek.
“Ritengo che nel panorama dell’audiovisivo – ha spiegato De Blasi – il cinema non sia più la forma d’arte per eccellenza. I nuovi linguaggi come videoarte, spot pubblicitari, video musicali e quant’altro, hanno costruito delle dignità audiovisive autonome e per molti versi molto più interessanti. Per questo credo che una buona pratica potrebbe essere quella di mettere un cortometraggio in un videoclip, un po’ come cerco di fare io ed aprire una sezione di spot pubblicitari e videoclip in ogni festival importante nello stivale”.
Attraverso il workshop, De Blasi cercherà di trasmettere le nozioni teoriche e pratiche più importanti e cercherà di donare, ai frequentanti, nuovi occhi, più esperti, meno ingenui e più acuti per osservare un prodotto video.
“Analizzeremo i video dei maestri Michel Gondry, Joseph Kahn, Floria Sigismondi, Spike Jonze e altri per arrivare a conoscere la differenza tra uno stile ed un altro e la differenza nel ‘vestire’ un determinato brano a seconda della musica proposta. Vedremo come ogni video abbia una componente filmica superiore ad un altro. Uno lavora sullo styling ed il make up, un altro sulle scenografie, un altro ancora sugli effetti speciali e così via. Alla base della scelta preponderante c’è l’idea giusta per costruire quella che chiamo colonna visiva”.
Questo come gli altri tre corsi, sarà a numero chiuso e ci si potrà iscrivere attraverso il sito del festival, compilando il modulo e inviando una copia della propria carta d’identità.
Info: info@castellanetafilmfest.it – 3274962954
Sito Web: www.castellanetafilmfest.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *