Il Comune di Matera entra nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr)

Il Comune di Matera entra nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Si tratta di un sistema integrato che consente ai Comuni di svolgere i servizi anagrafici, di consultare o estrarre dati, di monitorare le attività, di effettuare statistiche, e diventa un punto di riferimento unico per l’intera Pubblica amministrazione e per tutti coloro che sono interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi.

Un risultato importante, che apporterà numerose semplificazioni nella gestione dei servizi demografici per gli oltre 60 mila abitanti della città.

L’Anpr è la piattaforma nazionale in cui stanno confluendo i dati anagrafici di tutti i residenti in Italia e di coloro che sono iscritti all’Anagrafe italiana dei residenti all’estero.

Ad oggi, circa 5800 comuni sono subentrati in Anpr (con una popolazione complessiva di quasi 44 milioni di persone) e oltre 700 comuni sono in fase di pre subentro (con una popolazione complessiva di oltre 8 milioni). Si prospetta che, nell’arco di un anno, l’Anpr possa diventare la piattaforma in cui sono raccolti in modo univoco e certo i dati anagrafici di tutti i cittadini italiani. L’attingere a una banca dati unica permetterà di facilitare i processi, rendendo più efficiente l’interoperabilità fra le Amministrazioni.

Questi alcuni dei principali vantaggi di un’Anagrafe nazionale unica:

  • Le procedure anagrafiche sono uniformate e semplificate su tutto il territorio italiano. Sarà possibile effettuare variazioni di residenza e iscrizioni, richiedere il rilascio di carte di identità e di certificazioni, potendo rivolgersi all’ufficio anagrafe di un qualsiasi comune.
  • Non sarà più indispensabile comunicare, ogni volta, i propri dati anagrafici o il cambio di residenza ai vari uffici della Pubblica Amministrazione.
  • Un portale unico (che sarà rilasciato a breve) permetterà ai cittadini di ottenere i propri certificati anagrafici online, senza più bisogno di recarsi allo sportello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *