Il Dalai Lama in Basilicata per visitare la città della Pace

Sua Santità il Dalai Lama Tenzin Gyatso sarà in Basilicata il 24 e il 25 giugno insieme al Premio Nobel Betty Williams, per visitare la “Città della Pace per i Bambini Basilicata”. Nel corso degli anni Betty Williams, ideatrice del progetto e presidente della Fondazione Città della Pace per i Bambini in Basilicata, ha avuto modo di raccontare al Dalai Lama il sogno di costruire un luogo che accogliesse i bambini rifugiati e i richiedenti protezione internazionale insieme alle loro famiglie. L’idea non ha mancato di suscitare il forte interesse del Dalai Lama, che alla fine del 2011 ha chiesto a Betty Williams di vedere la Città della Pace e la regione dove questo piccolo miracolo si stava compiendo. La presenza dei Premi Nobel è un riconoscimento per il progetto che sta diventando una realtà conosciuta a livello internazionale e sottolinea il significato di pace e fratellanza sotteso alla nascita della Città della Pace della Basilicata, valori che la Regione Basilicata sta contribuendo a rendere concreti grazie anche all’aiuto di enti e associazioni impegnate in questo sforzo di solidarietà. Il Dalai Lama visiterà le strutture della Fondazione a Scanzano Jonico e a Sant’Arcangelo, ma non mancheranno i momenti di incontro con la comunità lucana.

Dopo la conferenza stampa prevista per domenica 24 (ore 15,00) a Matera a Palazzo Viceconte, la massima autorità religiosa del buddhismo tibetano sarà a Scanzano Jonico il 25 giugno 2012 alle ore 10,00 in piazza Gramsci in una conferenza aperta alla partecipazione di tutti. L’accesso alle aree dell’incontro sarà libero e prevede un protocollo per la sicurezza coordinato dal Comune di Scanzano che garantirà al meglio l’accoglienza e lo svolgimento della manifestazione. Nel pomeriggio a Sant’Arcangelo presso il monastero Santa Maria d’Orsoleo, alle ore 13,45, il Dalai Lama rivolgerà il suo saluto agli amministratori locali, alle autorità civili militari e religiose della regione, alle parti economiche e sociali ed ai rappresentanti delle associazioni e della società lucana. L’ingresso a questa manifestazione, per questioni di sicurezza, è regolamentato e su invito.

La tappa presso la Città della Pace, che rafforza in modo eloquente e prestigioso la candidatura di Matera come città europea della cultura per il 2019, è l’unica prevista al centro-sud in questo viaggio in Italia; infatti il Dalai Lama, prima di arrivare in Basilicata, visiterà Mirandola dove rivolgerà una preghiera ai terremotati dell’Emilia Romagna e il 26 giugno raggiungerà Milano.

“La visita del Dalai Lama a Sant’Arcangelo rimarrà impressa nella memoria di tanti e cambierà l’approccio rispetto alla diversità culturale e religiosa”. Lo ha detto il sindaco di Sant’Arcangelo Domenico Esposito in occasione della conferenza stampa di presentazione della visita in Basilicata di Sua Santità il Dalai Lama Tenzin Gyatso.

“Sant’Arcangelo – ha aggiunto Esposito – da qualche anno ha già dimostrato, con la presenza di 20 etnie sul territorio (cinesi, rumeni, polacchi, ucraini, nigeriani, palestinesi, ecc…) di essere una ‘città della pace’ e di offrire ai numerosi ospiti oltre alle dovute assistenze sanitarie, scolastiche, anche semplicemente la nostra quotidianità e normalità fatta di pace e democrazia che noi spesso non apprezziamo perché l’abbiamo sempre vissuta. Per i nostri ospiti invece si tratta di conquiste dal grande valore”.

Il sindaco ha annunciato che il Dalai Lama troverà nello spazio antistante il monastero di Santa Maria d’Orsoleo una tenda tibetana, all’interno della quale sarà allestita una mostra fotografica che mostrerà i momenti salienti della visita del Dalai Lama. La struttura sarà permanente e visitabile. Anche la scuola lucana ha dato il suo contributo per la visita del Dalai Lama. L’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, sulla base di un protocollo con la Fondazione Città della Pace per i bambini Basilicata, ha chiesto ai Dirigenti Scolastici delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Basilicata di promuovere ogni possibile iniziativa in relazione alla visita del Dalai Lama. Gli studenti hanno elaborato e documentato le attività sul tema della solidarietà, della pace e dell’integrazione, utilizzando linguaggi diversi: scrittura, pittura, musica, multimedia, libri, cartelloni, video e cd. Tra le scuole che hanno aderito all’iniziativa, sono state selezionate nove attività:

• vocabolario multilingue (Parole dal mondo) a cura della Direzione Didattica Primo Circolo di Melfi;

• xilografia sulla Pace elaborata dall’Isis artistico “C. Levi” di Rionero in Vulture;

• filmato Cd dell’Ipsia “G.Giorgi” di Potenza;

• dvd “Le voci dal mondo” presentato dall’Istituto comprensivo di Vaglio di Basilicata;

• Cd e quaderno dal titolo “A new palestinian friend” della Direzione didattica di Sant’Arcangelo;

• filmato Cd sul volontariato realizzato dall’Istituto comprensivo “L. Sinisgalli”;

• poster e disegni dell’Istituto comprensivo Busciolano di Potenza;

• cd, cartelloni e materiale per bambini su “Un mondo di pace” dell’Istituto comprensivo di Scanzano jonico;

• poster e disegni del Liceo Artistico di Potenza.

I lavori realizzati dalle scuole lucane saranno consegnati alla delegazione del Dalai Lama nel corso della visita in Basilicata e saranno visibili il 20 giugno a partire dalle ore 19,30 a Potenza presso il Parco Baden Powell nello stand della Fondazione allestito nell’ambito delle manifestazione “Derive ed approdi” della Provincia di Potenza per la giornata mondiale del rifugiato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *