Il Matera pensa in grande e mette la B nel mirino

La cappella del sacro cuore di Gesù di Palazzo Gattini è stata teatro, ieri, della presentazione ufficiale del primo colpo di mercato e delle iniziative che la società F.C. Matera ha pianificato per la campagna abbonamenti e per il marketing. La società materana si appresta a partecipare al suo terzo campionato di Lega Pro con ambizioni di vertice; al tavolo, il patron Saverio Columella, affiancato dal nuovo direttore sportivo Pino Iodice e dal responsabile marketing Giovanna Perucatti.
Nella struttura di Palazzo Gattini, anche una foltissima rappresentanza del tifo organizzato. Columella ha parlato chiaro: “Vogliamo costruire una squadra che possa lottare per la promozione in serie B. Stiamo lavorando per raggiungere un grande traguardo, ma chiedo il sostegno della tifoseria e mi aspetto almeno 4000 abbonati. Per quanto riguarda la rosa, abbiamo già 14 giocatori confermati, ed a questi si aggiunge oggi Nicola Strabelli”.
Il primo colpo del Matera 2016-17 è proprio l’ex Andria, cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Bari. “Sono qui perchè mi ha convinto il progetto del presidente che hai dichiarato di voler disputare un campionato importantissimo. Tre anni fa ho visto un pubblico straordinario in occasione della gara che ho giocato con il Monopoli per i play-off promozione e spero di poter dare una mano al Matera per raggiungere l’obiettivo dichiarato dalla società”.
Poi, è toccato a Giovanna Perucatti presentare in anteprima le novità che riguardano il marketing e la campagna abbonamenti per la stagione 2016-2017. “La società aprirà una nuova sede sociale in via Nazionale. Poi sarà aperto anche il primo Matera Point. Qui si potranno acquistare anche le nuove maglie del Matera Calcio; saranno tre: una stile pop, un’altra stile artistico e un’altra vintage. Una riproduce anche la città dei Sassi, un’altra riprende la maglia con la diagonale azzurra che ha indossato il Matera in serie B e la terza è completamente bianca. Ci sarà anche una maglia in edizione limitata che, attraverso un fumetto, riproduce la storia del Matera Calcio.
Pino Iodice, neo direttore sportivo, ha raccontato  le motivazioni che lo hanno convinto ad accettare il progetto del Matera: “Nicola Strambelli è un calciatore di categoria superiore, e se ha accettato la proposta del presidente vuol dire che è stato attratto da un progetto ambizioso. La società sta lavorando per costruire una grande squadra in maniera intelligente, senza spendere milioni di euro perchè si può fare una grande squadra anche in questo modo. L’importante è trovare gente che ha fame e sete di vittorie. Io sono felice di questa scelta e mi auguro che la piazza possa accontentare il presidente sul numero di abbonanti. Magari ci fossero quattro mila abbonati. Molto dipenderà da cosa riusciremo ad allestire nelle prossime settimane. Intanto voglio dire che ho seguito il Matera da lontano in questi anni e devo dire che ho sempre pensato che qui ci fosse una grande società, che ha sempre ottenuto grandi risultati perchè il presidente è un vincente. Se ha ottenuto grandi risultati calcistici senza una grande organizzazione adesso credo che ci sono tutti i presupposti per fare ancora di più e meglio”.
Ancora nessuna indiscrezione invece sul nome del nuovo allenatore. Columella in proposito precisa: “C’è ancora tempo per scegliere il timone, stiamo lavorando anche per questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *