Il presidente Emiliano incontra il forum delle associazioni familiari: “Al lavoro per approvare in giunta una delibera quadro sulle politiche per la famiglia”

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha incontrato presso gli uffici di presidenza i rappresentanti del Comitato regionale del Forum delle associazioni familiari per approfondire le tematiche che afferiscono alle politiche regionali per la famiglia.

“Ringrazio il Forum delle associazioni familiari – dichiara Emiliano – per il positivo dialogo instaurato con l’amministrazione regionale. Intendiamo rafforzare il percorso di condivisione delle politiche per la famiglia con la rete delle associazioni. Si è convenuto di portare in tempi brevi in Giunta una delibera quadro che stabilisca un piano di lavoro di politiche regionali integrate per la famiglia. Questo per coordinare e rafforzare quanto già in essere a livello regionale e implementarlo con ulteriori azioni e buone pratiche”.

“Abbiamo discusso delle diverse misure necessarie in Puglia per sostenere la famiglia, a cominciare da quella con figli. Le donne pugliesi, nel 2015, hanno fatto registrare un numero medio di figli pari a 1,26, abbondantemente sotto la già bassissima meda nazionale, e la nascita di un figlio in più porta le famiglie sull’orlo della povertà”, spiega Lodovica Carli, presidente regionale del Forum delle Associazioni Familiari.

“Per questo – continua Carli – abbiamo chiesto misure fiscali e tariffarie che, applicando il Fattore Famiglia, possano agevolare le famiglie numerose, ma anche il rilancio dei consultori familiari. E’ stata poi messa in evidenza l’importanza dei Distretti Famiglia, il cui rilancio può mettere bene in luce il forte legame esistente fra politiche familiari e sviluppo economico”.

Dal Forum delle associazioni familiari è inoltre emersa forte l’esigenza di avere dei momenti periodici (almeno trimestrali) di raccordo e confronto sulle azioni da intraprendere con gli assessori, i dirigenti e gli uffici regionali; una richiesta che il presidente intende accogliere e recepire nella delibera quadro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *