Il primo settembre a Melfi e Monticchio, “Tutti giù per terra: i diritti dei bambini”, “Grido della Terra” e “Minerali clandestini”

Prosegue con “Tutti giù per terra: i diritti dei bambini” e con le mostre  “Grido della Terra” e “Minerali clandestini” il primo settembre a Melfi e Monticchio il progetto “I Cammini tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce”, in partenariato con la Diocesi di Melfi, e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontificio Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

“Minerali clandestini” sarà inaugurata alle ore 12,00 nell’albergo “Il Tetto” di Melfi, “Grido della terra” alle ore 17,00 a Monticchio nella Badia di San Michele Arcangelo mentre l’appuntamento per “Tutti giù per terra: i diritti dei bambini” è alle ore 18,30 nell’albergo “Il Tetto” di Melfi.

“Minerali clandestini” è una mostra che vuole divulgare il dramma nascosto dell’illegalità dell’estrazione e del commercio di minerali rari e preziosi utilizzati nella tecnologia moderna e nell’elettronica. La mostra sarà aperta dall’1 al 15 settembre.

“Tutti giù per terra: i diritti dei bambini” è un percorso di provocazioni per uno sviluppo sostenibile. Non si tratta di restare a terra, sono già troppe le persone costrette a rimanervi. Si vuole invece ripartire dalla nostra madre Terra, capire le cause del degrado e rialzarsi insieme, per costruire un mondo dove ci sia vita per tutti. Le ferite della terra, il saccheggio, la violenza del sistema, i rifiuti umani: bisogna cambiare verso la rotta del rispetto, dell’equità e della sobrietà. Un mondo diverso è possibile con scelte di fondo, idee e proposte per una vita ad alta resistenza. Il laboratorio “Tutti giù per terra” sarà replicato l’8 settembre dalle 17 alle 21.

“I diritti dei bambini” è una mostra dedicata ai diritti dei più piccoli nel mondo. Il diritto allo studio, al gioco, alla salute, all’amore e alla comprensione, al vivere nella pace e nella sicurezza, alla libertà d’opinione, al riconoscimento delle diversità: sono questi alcuni dei temi, accompagnati anche da disegni.

“Grido della Terra” è un’esposizione fotografica, composta da pannelli a colori, per far conoscere l’enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco. Il percorso di conoscenza ha l’obiettivo di approfondire i temi dell’enciclica “verde”: salvaguardia del creato, ecologia, giustizia, pace e altre forme di progresso possibile.

“Grido della Terra”, “Tutti giù per terra: i diritti dei bambini” e “Minerali clandestini” rientrano nel Cammino delle Generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *