Il volto di Alessandro Leogrande campeggia sui muri della biblioteca comunale di Taranto

Sui muri dell’edificio che ospita la biblioteca comunale ‘Acclavio’, nel complesso Beni stabili di Taranto, sottoposta a interventi di riqualificazione e che sarà inaugurata probabilmente ad ottobre, ora campeggia il volto di Alessandro Leogrande, scrittore e giornalista tarantino scomparso a 40 anni nel novembre del 2017. Il murales è stato realizzato dal writer Cosimo Caiaffa, in arte Cheone, nell’ambito del progetto T.R.U.St., Taranto Regeneretion Urban Street. Si tratta di un cantiere simbolo per l’amministrazione comunale, che ha recuperato le risorse attraverso il bando regionale “Community Library”, circa 1,3 milioni per interventi edilizi e arredi.
Ieri il sindaco Rinaldo Melucci e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano hanno fatto un sopralluogo per verificare l’andamento dei lavori e le ultime rifiniture, prima della riapertura della struttura e della porzione di piazza attigua, anch’essa completamente riqualificata. Al progetto T.R.U.St. partecipano anche gli artisti Tony Gallo, Uno, Alice Pasquini, Dimitris Taxis e Checko’s Art. Altri murales decorano il comprensorio popolare della case bianche del rione Paolo VI. Il progetto è coordinato dall’associazione Rublanum e curato in collaborazione col Comune di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *