Ilva, 25 manifestazioni di interesse alla fase di ‘due diligence’ì

Le manifestazioni di interesse per l’Ilva ammesse alla fase di ‘due diligence’ sono 25: 6 aziende a cui erano state chieste integrazioni le hanno presentate e sono state ammesse. Lo ha detto il commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Laghi, durante un’audizione presso la Commissione attività produttive della Camera. In una fase iniziale le aziende ammesse erano state solo 19, a fronte di 29 domande. Ora le aziende ammesse sono quindi 25 e possono già accedere alle data room virtuali. L’interesse riguarda Ilva Spa solo per 12 aziende mentre le altre 13 sono interessate alle controllate.
“Nel mese di marzo – ha detto Laghi – ci sarà la possibilità di accedere a presentazioni dedicate dell’attività e visitare i siti a Taranto e Genova”. Laghi ha spiegato l’iter della gara: “Una volta raccolte le offerte, se saranno più di una, ci sarà una fase di rilanci e poi si contratterà con una sola azienda per decidere la modalità: vendita o affitto con successiva cessione al raggiungimento di determinate condizioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *