Ilva condannata a pagare indennizzo a operaio licenziato

Il giudice del lavoro di Taranto, Sebastiano Gentile, ha condannato l’Ilva a pagare 18 mensilità a Marco Zanframundo, il lavoratore e dirigente dell’Unione sindacale di base (Usb) licenziato il 3 settembre scorso per violazioni in materia di sicurezza. Non è stata invece accolta la richiesta di reintegro dell’operaio, che lavorava nel reparto Mof (Movimento ferroviario), lo stesso in cui il 30 ottobre scorso morì il 29enne Claudio Marsella.

Fonte: Ansa Puglia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *