Ilva, le Rsu scadute da 6 mesi

bandiera fim cislLe Rsu, le rappresentanze sindacali unitarie, dello stabilimento siderurgico più grande di Europa sono scadute da 6 mesi.

La situazione difficile del Gruppo, la necessità di presidiare l’applicazione dell’AIA, del prossimo Piano Industriale, i problemi quotidiani di sicurezza, meritano una Rsu forte e legittimata. Da mesi, Fim e Uilm chiedono alla Fiom di organizzare e condividere la procedura e le sue modalità per rinnovare le Rsu.

L’attività sindacale interna ed esterna ha subito in questi mesi un lavoro logorante di delegittimazione, nonostante questa impellente esigenza di legittimazione, siamo rispettosi della tregua semestrale decisa dalle confederazioni e il rinnovo avverrà a novembre, passati i 6 mesi dall’intesa.

Abbiamo proposto alla Fiom, qualsiasi percorso e sistema di regole per il rinnovo, la Fiom ci ha risposto che non vuole il rinnovo con qualsiasi sistema di regole.

Lo dicevamo da mesi, a Taranto è difficile esercitare ruoli costruttivi di rappresentanza, i media esaltano i populismi gridati e interessati. La Fiom che tanto parla dell’importanza del voto dei lavoratori ne ha paura del responso e scappa dal rinnovo, fugge dal rapporto con le persone nei luoghi di lavoro, pensando di sostituirlo con le noiose litanie dei salotti dei talk-show dei media italiani.

Certo è più facile convincere Floris, Santoro, Paragone e Formigli (che credono che i metalmeccanici abbiano un’unica voce), ma fare sindacato è un’altra cosa.

Marco Bentivogli – Segretario Nazionale Fim Cisl

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *