In 15mila a Polignano a Mare per omaggiare Domenico Modugno

Bagno di folla in tutti i sensi per i 15mila presenti a Polignano a Mare per rendere omaggio a Domenico Modugno. Dolcenera, Morgan, Enrico Ruggeri, Francesca Michielin, Caccamo e Giò Sada sono solo alcuni dei musicisti che hanno celebrato ‘Mister Volare’, aprendo anche alcune riflessioni differenti sulla sua eredità musicale. Per Ruggeri, infatti, cantare Modugno significa “difendere la nostra identità culturale alla quale per troppo buonismo stiamo rinunciando”. Un altro giovane talento, Giò Sada, ha interpretato perfettamente altri brani come ‘L’avventura’ e ‘Io’. Un brano, quest’ultimo, che canta anche nella versione inglese di Elvis, ‘Ask me’. Sada sul palco ha ricordato il senso di queste canzoni: “Anche chi nasce in un posto dove non ci sono molte opportunità deve avere la possibilità di potercela fare”. E nella città pugliese, Sada ha ricordato il suo nuovo singolo che uscirà il 2 settembre, e si chiama ‘Volando al contrario’ perché, dice, “così si ritorna alle proprie radici”.
Per Caccamo “oggi dovremmo riscoprire il senso patriottico di appartenenza alla musica italiana”, trovando d’accordo anche Dolcenera, secondo la quale “è tutto un problema culturale”. La cantautrice salentina, che ha reinterpetato ‘Cosa sono le nuvole’ e ‘Tu si na cosa grande’, è stata anche protagonista di un romantico duetto con Morgan: “Abbiamo scelto poco fa di cantare insieme ‘Resta cu’mme'”, hanno raccontato, “mentre eravamo nel camerino bagnato e cercavamo di accendere un phon”.
Sul palco anche Francesca Michielin, che ha cantato ‘Notte di luna calante’. “E un brano contenuto nel vinile che mi ha regalato mio padre – ricorda – e con cui si è scattata una foto davanti alla statua di Modugno appena giunta qui a Polignano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *